Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Morì in moto dopo lo schianto con un pick-up: 48enne condannato a 5 anni e sei mesi

Il tremendo incidente avvenne nell'agosto 2019 a La Gatta di Castelsangiovanni. La vittima era Michele Ruffini originario di Meda (Brianza): il 118 fece di tutto ma morì poco dopo in ospedale dove fu portato in volo. Oggi la sentenza davanti al gup

La scena del tragico incidente

E' stato condannato a 5 anni e sei mesi il 49enne piacentino accusato di omicidio stradale che il 9 agosto del 2019 si è scontrato con una moto guidata dall'allora 36enne Michele Ruffini originario di Meda (Brianza). Il piacentino, che era a bordo di un pick up, si è schiantato contro la moto a Castelsangiovanni, in località “La Gatta”, all’incrocio con il supermercato Famila. I soccorritori avevano cercato di intervenire e da Parma era arrivato anche l’elisoccorso, ma per il 36enne non ci fu scampo: le ferite erano risultate mortali e l'operaio che stava tornando dal lavoro venne arrestato. Le indagini condotte dal pm Daniela Di Girolamo furono chiuse nel maggio 2020. L'uomo, difeso dall'avvocato Francesca Beoni scelse il rito abbreviato condizionato da una perizia cinematica chiesta dal legale anche perché in quell'incrocio erano presenti le telecamere che filmarono l'incidente. La vittima viaggiava verso Castelsangiovanni, l'uomo condannato proveniva dalla direzione opposta. A quell'incrocio il tremendo schianto. Il pm ha chiesto 4 anni mentre il gup Fiammetta Modica ha deciso per una pena di 5 anni e sei mesi. L'avvocato del 50enne, una volta depositate le motivazioni della sentenza, farà appello. I famigliari della vittima uscirono dal procedimento poiché risarciti in sede civile dall'assicurazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì in moto dopo lo schianto con un pick-up: 48enne condannato a 5 anni e sei mesi

IlPiacenza è in caricamento