Raggirava anziani soli, al via il processo a una nomade

Circonvenzione di incapace. Due anziani testimoniano: via denaro per 20mila e 28mila euro. La difesa della donna: erano soldi in prestito

Immagine di repertorio

Avrebbe raggirato gli anziani - in compagnia di altre donne - per estorcere loro del denaro, sostenendo che i loro figli erano in difficoltà oppure millantando di essere in difficoltà. E’ cominciato il 4 giugno il processo che vede imputata Katiuscia Zampilli, 42enne, accusata di circonvenzione di i incapace. La donna è difesa dall’avvocato Mauro Pontini. Il giudice Laura Pietrasanta ha ascoltato due testimoni, due anziani che, secondo la procura, sarebbero stati raggirati da cinque donne nomadi arrestate nel luglio del 2016 dalla polizia, nell’indagine condotta dal pm Roberto Fontana. All’inizio alle donne venne contestata l’associazione per delinquere, accusa poi caduta. Le altre quattro hanno già definito la loro posizione, scegliendo aiuti abbreviati o patteggiando.

I due anziani, uno di 80 e l’altro di 70 anni, hanno risposto alle domande del pm Sara Macchetta. Il primo ha raccontato di essere stato avvicinato dalla donna la quale gli aveva detto che il figlio era ricoverato inospitale e che necessitava di cure. In totale l’uomo ha detto che gli ha prestato 20mila euro. Un particolare sottolineato dall’avvocato Pontini. I ricordi del 70enne erano più confusi. Comunque, l’uomo sarebbe stato sedotto e anche lui avrebbe prestato circa 28mila euro alla donna. Nella gang scoperta dagli investigatori della Squadra mobile, una delle donne avrebbe scelto il ruolo di “avvocato” che interveniva quando gli anziani si dimostravano reticenti nel consegnare il denaro estorto millantando difficoltà economiche inesistenti. Le nomadi, tutte sinti residenti nei campi nomadi di Saliceto di Cadeo e di via Torre della Razza, approfittavano, senza scrupoli, di anziani che si ritrovavano a vivere soli, per derubarli dei loro risparmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento