Residenti di via Marinai ancora in strada: «Vogliamo risposte, riceveteci a Palazzo Mercanti»

I residenti di via Marinai d’Italia al Peep tornano in strada per far sentire la propria voce con il comitato Rete Case Popolari che da alcuni mesi ha intercettato le richieste dei cittadini della via e si è fatto loro portavoce: «Chiediamo un incontro con l'Amministrazione»

Un momento della protesta (Foto Gatti)

I residenti di via Marinai d’Italia al Peep tornano in strada per far sentire la propria voce con il comitato Rete Case Popolari che da alcuni mesi ha intercettato le richieste dei cittadini della via e si è fatto loro portavoce. «Fondamentalmente questa gente chiede sicurezza, quella sicurezza promessa e che invece non c'è. Hanno paura perché assistono a continui vandalismi, incendi dolosi e lo stato di incuria e abbandono degli stabili Acer è evidente e sempre più problematico», dice il portavoce Manuel Radaelli. «La situazione è questa da tanti anni, infatti il nostro scopo è quello di farci mediatori con l'Amministrazione, Acer e forze dell'ordine per restituire il quartiere a coloro che ci vogliono vivere tranquillamente». Radaelli si rivolge anche agli assessori Federica Sgorbati e Luca Zandonella: «Hanno ragione a puntualizzare sul fatto che io mostri soddisfazione e riconoscenza per gli incontri svolti in più occasioni, tuttavia credo che le mie parole, seppur ferme e cariche di tensione per via della grave situazione della zona, siano state fraintese. Infatti, è vero che alcuni interventi sono stati fatti, tuttavia serve un cambio di passo notevole, che avrebbe dovuto esserci sin dall'insediamento dell'attuale Giunta nel 2017. C'è ancora occasione affinché si intervenga in maniera massiccia sulla zona, ma il tempo stringe». Dopo lo striscione "non siamo cittadini di serie b" appeso al portico dove è stato incendiato nei giorni scorsi un motorino (due giorni fa è stato recintato e oggetto di un sopralluogo dei vigili del fuoco che ne hanno verificato la tenuta e la pericolosità in seguito al danneggiamento subìto dalle fiamme), nel pomeriggio dell'11 un nuovo sit-in e un nuovo striscione: "vogliamo sicurezza subito". A vigilare sulla protesta carabinieri, polizia locale e Digos.

protesta via marinai italia 2020 peep-4Una quarantina di persone, tra componenti del Comitato e residenti hanno sventolato i tricolori e poi fatto un piccolo corteo: «Non cediamo, non lasceremo che il quartiere venga definitivamente "requisito" da delinquenti e piromani che per noia, per dispetto, creano panico e insicurezza. Dobbiamo - e lo ripetono sempre - aspettare che ci scappi il morto?». «E' una zona ormai fuori controllo - spiegano i residenti -, e abbiamo paura», «Non vogliamo andare contro all'Amministrazione, anzi vogliamo riavvicinare i cittadini al Comune, rimediare agli errori e alle mancanze di questi anni. Per questo - spiegano dal comitato - vorremo andare a Palazzo Mercanti per incontrare sindaco, assessori, istituzioni: vogliamo risposte. Li abbiamo invitati più volte ma non sono venuti, ora chiediamo un incontro costruttivo». Da qualche settimana alcune famiglie anche con il comitato Rete Case Popolari si stanno dando da fare per riprendere possesso della zona. Hanno spostato i bidoni per evitare che fossero incendiati (una delle ultime volte un uomo era rimasto ustionato nel tentativo  di spegnere un rogo) hanno fatto rimuovere le carcasse delle auto abbandonate in un garage. Acer con Protezione Civile in questo spazio comune che serve come parcheggio per i residenti che chiedono a gran voce un cancello che regoli gli accessi, hanno anche creato un garage per un loro mezzo in cambio - dicono i residenti - di sei ore di pattugliamento, ma dicono: «a noi serve qualcuno che controlli la sera e la notte, e invece va sempre peggio, la sera non passa mai una pattuglia e queste persone fanno ciò che vogliono». Ma non solo, i giardini davanti allo stabile più preso di mira, si trasformano in luoghi di spaccio tra giovanissimi e sono infrequentabili perché "occupati". 

protesta via marinai italia 2020 peep-5

protesta via marinai italia 2020 peep-6

protesta via marinai italia 2020 peep-7

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento