Alla Banca di Piacenza in mostra i quadri dei depositi della Galleria Ricci Oddi

Aperta a Palazzo Galli della Banca di Piacenza la mostra "'800 svelato-Da Fontanesi a Lojacono"

Aperta a Palazzo Galli della Banca di Piacenza la mostra” ‘800 SVELATO-DA FONTANESI A LOJACONO". Un percorso inedito tra le opere della Galleria Ricci Oddi e un’occasione straordinaria per ammirare i capolavori dei maestri dell’Ottocento custoditi nei depositi della Galleria, quei luoghi nei quali vengono conservate le opere di importanti Autori e che per mancanza di spazi sono costrette ad essere sottratte alla pubblica fruizione. L'esposizione raccoglie 84 opere di proprietà della galleria piacentina, museo dell’Ottocento - tra i più importanti in Italia - che possiede un patrimonio di incredibile livello firmato da grandi nomi dell’arte e che testimonia il gusto del fondatore della galleria stessa quali Antonio Fontanesi, Giulio Aristide Sartorio, Domenico Morelli, Stefano Bruzzi, Marco Calderini.  In apertura, Il Presidente del Comitato esecutivo della Banca Corrado Sforza Fogliani ha sottolineato l'importanza e il valore delle opere esposte in mostra, ma soprattutto  la necessità di spazi in cui versa la Galleria Ricci Oddi affinché sia possibile la pubblica fruizione di tutti i suoi tesori attualmente nei depositi. A seguire, il Presidente della Galleria Ricci Oddi Massimo Ferrari ha ricordato la preziosità delle opere della collezione Ricci Oddi facendo riferimento ad alcuni dipinti attualmente in prestito in alcuni musei di rilevanza nazionale, come Palazzo Zabarella a Padova e il Vittoriale a Roma. Dal canto suo, Leonardo Bragalini - membro del CdA della Galleria e che si è occupato della selezione delle opere in mostra - ha sottolineatol'importanza della suddivisione dei dipinti in relazione alle regione d’appartenenza degli autori, criterio che rispetta quello adottato dal fondatore della Galleria Giuseppe Ricci Oddi, che – è stato precisato – donò i suoi dipinti al Comune con donazione modale e quindi a precise condizioni. Non mancano opere di grandi pittori piacentini come Bruzzi e Ghittoni. L’arch. Carlo Ponzini – che ha curato l’allestimento e la grafica della mostra – ha spiegato come la stessa interessi autori di 11 regioni, dal nord al sud: come dice il sottotitolo della mostra, da Fontanesi (Piemonte) a Lojacono (Sicilia). Si passa – ha detto - dalle luci fredde che illuminano i dipinti dei pittori del nord Italia alle luci calde che accentuano i colori della pittura meridionale. 

Il Sindaco Paolo Dosi ha poi conclusola mattinata con l'augurio di una maggiore consapevolezza delle bellezze custodite in città e della valorizzazione del suo patrimonio: un percorso che dovrebbe impegnare tutta la comunità piacentina. Tra i presenti Benedetta Lojacono, nipote dell’omonimo pittore siciliano Francesco. La mostra osserverà – a cominciare da oggi – i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 17 alle 19, sabato e domenica 10-12.30 e 17-19. Per info e visite guidate: relaz.esterne@bancadipiacenza.it - 0523/542357.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento