Il liceo Respighi regala un inno a Piacenza Primogenita

Per festeggiare Piacenza Primogenita, il Liceo Respighi regala alla sua città un Inno patriottico, frutto della collaborazione di uno studente (ormai ex), Tommaso Franguelli, autore del testo, con due insegnanti

Per festeggiare Piacenza Primogenita, il Liceo Respighi regala alla sua città un Inno patriottico, frutto della collaborazione di uno studente (ormai ex), Tommaso Franguelli, autore del testo, con due insegnanti, Patrizia Datilini che ha scritto la musica e Paolo Manghesi, autore dell'arrangiamento per banda. L'inno infatti é stato eseguito dal coro del Respighi accompagnato dalla banda Ponchielli, diretta dal maestro Ivano Fortunati, sotto lo splendido loggiato di Palazzo Farnese, Venerdì sera, nell'ambito delle celebrazioni di Piacenza Primogenita d'Italia. Si è trattato di un concerto che ha visto protagonisti brani che hanno fatto la nostra storia, tra gli altri "La bandiera dei tre colori", "La leggenda del Piave", "Signore delle cime", "Inno di Mameli". Davvero la cornice ideale per l'inno respighiano "All'Italia. Non siam più quelli" che invita le nuove generazioni a far propria la lezione dei grandi del Risorgimento, affinché non rimanga più a pendere muta l'arpa d'oro della poesia e dell'arte. Tra i cantanti erano presenti due coriste d'eccezione: la dirigente del Respighi, professoressa Simona Favari e l'assessore alla cultura Tiziana Albasi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento