menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova area logistica: «Non valutare la proposta in funzione dei proprietari delle aree»

Scarpa suggerisce un incontro urgente con il Sindaco, il Vice Sindaco Timpano e l’assesore all’urbanistica Bisotti e i referenti della Biennale della Logistica

Egregio Direttore,

nonostante gli impegni che da più parti si stanno profondendo per mettere ordine una buona volta nella logistica piacentina, arriva sempre qualcuno che, stravolgendo anche gli strumenti urbanistici presenti e futuri intende sistemarsi, invitando grossi stranieri e pretendendo che sulle proprie aree convergano  investimenti di strutture internazionali addirittura per seicentomila metri quadrati. Verificheremo sul campo, chi sono i proprietari delle suddette aree in modo da non ritornare al vecchio concetto che lo sviluppo economico industriale e logistico di Piacenza viene gestito e proposto da proprietari di aree e/o mediatori. Vedo che il Comune ha dei dubbi; sarebbe opportuno prima di tutto far approvare definitivamente lo strumento urbanistico e poi verificare le altre proposte sul tappeto.

Vorrei ricordare altresì a tutti gli operatori economici piacentina che è stato firmato un accordo programmatico di sviluppo logistico portuale con l’Autorità Portuale di Spezia che vista l’importanza che a travalica dai confini Regionali.

Per tanto, alla luce di tutto questo, si propone un incontro urgente con il Sindaco, il Vice Sindaco Timpano e l’Ass. Urbanistica Bisotti. Credo che questa riunione debba partecipare anche la commissione preposta a predisporre la biennale della logistica in accordo con il Comune di Spezia, unitamente al Presidente di Piacenza Expo Dot. Manfredini. Va da sé che all’incontro dovrebbero essere presenti anche il neo presidente della camera di commercio e il presidente degli industriali.

Questo credo sia l’occasione in cui andranno chiariti i ruoli e soprattutto precisate bene le intenzione dell’Amministrazione. “basta fughe in avanti”, senza un preciso indirizzo del Comune, della Provincia e della Camera di Commercio, cui gli imprenditori piacentini dovremmo fare riferimento. Speriamo che non si tratti dell’ennesima proposta fatta in modo superficiale e incompleto  tanto per muovere le acque della logistica piacentina. Siamo quasi stufi di rincorrere i fantasmi.

Scarpa Federico 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento