«Ceci di Bobbio isolata: manca la copertura per la telefonia mobile»

Interrogazione del consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan: «La Regione intervenga per fare sì che gli operatori di telefonia mobile intervengano quanto prima. A rischio gli interventi dei soccorsi in caso di emergenza»

Ceci di Bobbio

Allarme soccorsi a Ceci, frazione del comune di Bobbio dove si rilevano problemi di copertura della rete mobile. Attualmente, il segnale è molto debole ed è presente un solo ripetitore di telefonia mobile (Vodafone) che permette di inoltrare le chiamate esclusivamente in alcuni punti della vallata. Una situazione di criticità sulla quale il consigliere regionale della Lega Nord, Matteo Rancan, interroga la Giunta regionale per sapere «se intenda agire presso gli operatori di telefonia mobile affinché esaminino la criticità evidenziata nel territorio in oggetto, per poi agire concretamente potenziando la copertura di rete e installando un ripetitore di telefonia mobile nella frazione di Ceci».

«La telefonia mobile – spiega il consigliere del Carroccio - assume una valenza importante e basilare anche durante situazioni di emergenza. La mancanza di segnale telefonico ha evidenziato, infatti, ritardi nei soccorsi durante diversi incidenti stradali e in occasione del gelicidio dell’inverno scorso. La scarsa copertura della rete mobile rappresenta, poi, anche un disincentivo per eventuali nuovi abitanti, riducendo quindi l’attrattività della frazione, luogo in cui lo spopolamento è un fenomeno molto rilevante».  Delle difficoltà nelle telecomunicazioni è stata anche informata la Prefettura di Piacenza in quanto, oltre a garantire la possibilità di allertare i soccorsi in caso di emergenza «la rete mobile è fondamentale sia per le comunicazioni personali che per le attività economiche e/o di impresa tra cui la già presente pista per lo sci di fondo che per il tipo di attività svolta necessita di avere un buon segnale telefonico» - chiosa Rancan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento