Donini: «Il sottosegretario Siri pronto a incontrare la Regione Emilia-Romagna? Siamo pronti»

Questa mattina, la disponibilità espressa dall’esponente di Governo al presidente Bonaccini durante una trasmissione televisiva. Donini: “Abbiamo perso fin troppo tempo, siamo pronti a lavorare insieme per sbloccare le principali opere per la mobilità e la competitività della nostra regione, del Nord Italia e di tutto il Paese. Ora aspettiamo i fatti”

Raffaele Donini

“Oggi stesso formalizzerò al sottosegretario Siri la richiesta di un immediato incontro - da domattina quando crede - ringraziandolo anticipatamente per la disponibilità dimostrata. Potremo così verificare i progetti sulle infrastrutture in Emilia-Romagna e condividere le soluzioni migliori per i cittadini, partendo dal fatto che in molti casi si tratta di opere chieste anche dai territori e dalle parti sociali, molte cantierabili e finanziate. Noi non aspettiamo altro dal momento dell’insediamento del Governo, periodo nel quale non abbiamo mai ricevuto risposta dal ministro Toninelli alla nostra richiesta di incontro, avanzata anche a nome della società regionale rappresentata nel Patto del lavoro: sindacati, imprese, università, associazioni del Terzo settore”. Così l’assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Donini, dopo che il sottosegretario alle Infrastrutture e trasporti, Armando Siri, questa mattina, nel corso della trasmissione televisiva Omnibus, rivolgendosi al presidente della Regione, Stefano Bonaccini, si è detto immediatamente disponibile ad incontrare la Regione Emilia-Romagna sul tema delle opere programmate per il territorio regionale. “Non si può fermare l’adeguamento infrastrutturale dell’Emilia-Romagna- prosegue Donini- perché vorrebbe dire fermare la regione che più cresce negli ultimi quattro anni e significherebbe fermare il Paese, essendo uno snodo cruciale dal punto di vista della mobilità nazionale. Forse il sottosegretario Siri è consapevole di tutto questo. Abbiamo perso fin troppo tempo- conclude l’assessore-. Siamo pronti a lavorare insieme per sbloccare le principali infrastrutture per la mobilità e la competitività della nostra regione, del Nord Italia e di tutto il Paese. Ora aspettiamo i fatti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento