Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primo Consiglio comunale dell'era Barbieri. Caruso (Fd'I) presidente, Dagnino (M5S) vice

Stefano Cugini, consigliere “anziano”, apre la seduta con l'inno di Mameli. A Marvin Di Corcia (Lega) il record di consigliere più giovane: 21 anni

 

Prima seduta del Consiglio comunale dell’amministrazione Barbieri, la prima di centrodestra dopo 15 anni ininterrotti di governo del centrosinistra. Erano presenti 31 consiglieri comunali su 32, unico assente giustificato Christian Fiazza del Pd. Una seduta alla quale ha partecipato un foltissimo pubblico e che si è aperta con l’inno di Mameli introdotto dal consigliere anziano in aula, Stefano Cugini, già assessore al nuovo Welfare della giunta Dosi, che ha presieduto i lavori fino alla nomina del presidente del consiglio comunale, carica che è andata a Giuseppe Caruso di Fratelli d’Italia con 20 voti (6 gli astenuti, 5 i contrari che hanno votato per Fiazza del Pd, e un non partecipante al voto, lo stesso Caruso). 

Il vice di Caruso sarà Stefano Dagnino del Movimento 5 Stelle, nomina votata da tutti i consiglieri presenti in aula. Giornata particolarmente emozionante per il neosindaco Patrizia Barbieri che oggi ha prestato giuramento di fronte ai suoi nove assessori, ai consiglieri e ai tanti piacentini presenti. 

Un’assemblea consiliare che fa registrare parecchi volti nuovi per la politica piacentina e attribuisce il record di consigliere più giovane della storia amministrativa della città a Marvin Di Corcia, della Lega, che lo toglie a Marco Colosimo. 

Clima rilassato e costruttivo, quello che si respirava a Palazzo Mercanti, dopo le tensioni dell’ultimo periodo di campagna elettorale culminata con il ballottaggio del 25 giugno e con la vittoria di Patrizia Barbieri sul contendente Paolo Rizzi del centrosinistra. Tutti hanno dichiarato che faranno opposizione costruttiva per il bene di Piacenza. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento