Scuole parificate, Giovanardi: «Le famiglie possano scegliere»

Il senatore Carlo Giovanardi all'istituto Sacra Famiglia di Lugagnano rilancia il tema del finanziamento agli istituti privati: «oggi in rapporto alla scuola pubblica hanno accesso a solo un millesimo dei fondi stanziati»

Carlo Giovanardi durante il suo intervento a Lugagnano

«In tutta Europa la scuola non statale parificata viene sovvenzionata dallo Stato e parificata a quella statale: noi dobbiamo dare alle famiglie libertà nella scelta dell'educazione che vogliono per i propri figli». Il senatore Carlo Giovanardi, ospite dell'Istituto Sacra Famiglia di Lugagnano, dove è stato invitato dal primo cittadino Jonathan Papamarenghi, in corsa per la Camera nelle liste del Pdl, rilancia il tema del finanziamento agli istituti privati, che, spiega, «oggi in rapporto alla scuola pubblica hanno accesso a solo un millesimo dei fondi stanziati».

«Nella scuola non statale che ho frequentato io - ha raccontato l'esponente cattolico del Pdl - c'erano disciplina, rigore, studio: a me nella vita è servito moltissimo e mi sono accorto della differenza quando in seguito ho frequentato scuole pubbliche». Dell'esperienza di studio dai Salesiani, ha poi aggiunto Giovanardi, «rivendico anche l'esperienza religiosa, che un genitore deve essere libero di poter assicurare ai propri figli». «È ingiusto - ha osservato il senatore - che si debba pagare la retta per le scuole non statali, perché gli Italiani pagano le tasse e chi di loro desidera un percorso educativo che non passi per la scuola statale deve poterlo scegliere senza ulteriore esborso».
«La possibilità che rimanga una scuola non statale cattolica che trasmetta alle future generazioni i valori della tradizione, ci consentirà di avere degli adulti con un retroterra e con delle solide basi che non possono certo costruirsi su Twitter o sulla rete».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento