Trespidi: «In viale Dante più parcheggi e controlli della Municipale»

​Mancanza di parcheggi, più controlli della Polizia Municipale e riqualificazione della zona. Sono i punti principali emersi durante l'incontro che Massimo Trespidi ha avuto con i commercianti di viale Dante

Massimo Trespidi

Mancanza di parcheggi, più controlli della Polizia Municipale e riqualificazione della zona. Sono i punti principali emersi durante l'incontro che Massimo Trespidi ha avuto con i commercianti di viale Dante. “l'area interna della ex Caserma dei Vigili del Fuoco può essere utilizzata come parcheggio per gli utilizzatori della palestra data in uso al Comune e per coloro che devono recarsi nei negozi della zona. Questo anche nell'ottica di un progetto condiviso per la caserma al fine di riqualificare la struttura e rivitalizzare l'area. I commerciati hanno proposto un centro polifunzionale, un centro anziani o la sede della biblioteca di viale Dante”. Capitolo parcheggi negli spazi delimitati: “tra le proposte emerse quelle di togliere una delle piste ciclabili a lato strada per mantenerne solo una, a favore di spazi sosta a lisca di pesce. Un'altra proposta riguarda nuovi spazi blu a pagamento regolamentate con agevolazioni per chi lavora in viale Dante e tariffazione agevolata per i clienti della zona. Tra le richieste dei commercianti anche un maggior controllo da parte della Polizia Municipale per monitorare le soste selvagge negli spazi non consentiti. Per rilanciare il commercio è stato proposto di creare un calendario di eventi a cadenza fissa, un paio di volte al mese, con la chiusura di parte della via”. 

TRESPIDI: “PENDOLARI DANNEGGIATI DAI LAVORI A BORGO FAXHALL” - “I pendolari, da anni e ogni giorno, lottano con la cronica mancanza di parcheggi nella zona della stazione – lamenta il candidato Trespidi – i lavori iniziati da pochi giorni nell'area in fregio a via La Primogenita accanto alla chiesa di Santa Maria in Torricella, non fanno che aggravare ulteriormente la situazione. In attesa dello sblocco di una parte dei finanziamenti del Bando Periferie e del formale via libera da parte della Corte dei Conti, i pendolari oggi non possono più parcheggiare negli stalli a ridosso del cantiere; questi lavori -prosegue Trespidi - sono finalizzati alla realizzazione di un progetto comportante, nel lungo periodo, un danno che ha pure il sapore della beffa. Oltre alla sistemazione del ricovero per locomotive Berzolla, della viabilità interna e del verde retrostante i tre immobili privati e mai utilizzati che si affacciano su barriera Roma, nell’area in questione si prevede di ricavare 160 posti auto da destinare ai dipendenti e agli utenti del Comune, i cui uffici verranno trasferiti nel centro commerciale, e non ai pendolari che da tempo,  quotidianamente, devono affrontare l’assoluta inadeguatezza del parcheggio di via Dei Pisoni e dell’intera zona. Inadeguatezza in termini di posti auto peraltro già aggravata dalla presenza di circa 40 stalli a pagamento, indice, tra l'altro, di mancanza di considerazione per la categoria che, nella migliore delle ipotesi, riuscirà a parcheggiare sempre più lontano dalla stazione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento