Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Salute Fiorenzuola d'Arda / Via Europa

Scuola di Fisioterapia, dal 5 novembre al via i corsi. «Da qui parte la cittadella sanitaria di Fiorenzuola»

Inaugurati i nuovi spazi al primo piano del centro commerciale "MillEmilia". Dal 5 novembre ospiteranno sessanta studenti dell'università di Parma, iscritti al Corso di studi in Fisioterapia

«L’inaugurazione della sede di Fiorenzuola del Corso in Fisioterapia dell’Università di Parma, non è un punto di arrivo ma di partenza che ci vede creare quella che sarà una vera e propria cittadella sanitaria». Ne è convinto il sindaco Romeo Gandolfi che nella mattinata di mercoledì 31 ottobre ha tagliato il nastro nei locali che per i prossimi anni, in attesa che venga ristrutturato l’ex Municipio di corso Garibaldi, ospiteranno sessanta studenti dell’Università di Parma che frequentano il corso di laurea in Fisioterapia.

Da lunedì 5 novembre inizieranno le lezioni, precedentemente svolte a Piacenza in via Taverna. Qui gli spazi dell’ex collegio Morigi, nei quali insiste anche il Corso in Infermieristica, si sono rivelati negli anni non sufficienti a coprire il fabbisogno di aule per entrambi gli insegnamenti. «L’idea di spostare il corso di studi a Fiorenzuola – ha preso la parola il direttore Generale di Ausl Luca Baldino - s’inserisce nell’ambito di un progetto più ampio, per la realizzazione del nuovo polo Riabilitativo interprovinciale, con il completamento del nuovo padiglione dell’ospedale previsto per la fine del 2019».

I circa sessanta studenti della sede piacentina potranno iniziare l’anno accademico nei locali affittati per sei anni dall’Azienda Usl di Piacenza. Gli ambienti si sviluppano al primo piano del centro commerciale “MillEmilia” in via Europa, su uno spazio complessivo di circa 800 metri quadri. Il Corso di studi in Fisioterapia è attualmente presieduto da professor Alfredo Antonio Chetta. Il direttore delle attività teorico-pratiche sarà presto individuato dall’Università di Parma tramite un bando, così come una delle tutor che affiancherà Paola Gruppi e Laura Gobbo, già impegnate in questa funzione. «Sia L’Università di Parma, sia l’Azienda Usl continueranno a valorizzare e ad incrementare questa sede formativa – ha detto Mirella Gubellini, direttore assistenziale Ausl e direttore didattico del Corso -. Ha ampi spazi luminosi e super accessoriati che permetteranno di effettuare al meglio l’attività di laboratorio come quello di informatica e la palestra». «Sul fronte della docenza – ha aggiunto -, negli anni l’Azienda Usl di Piacenza ha sempre riservato una grande importanza al Corso di Fisioterapia, mettendo a disposizione i propri medici, soprattutto fisiatri, per le lezioni. Inoltre l’intero percorso formativo è fortemente integrato con le attività aziendali, consentendo agli studenti di avere molte opportunità di apprendimento diretto e interattivo». In questo sarà di notevole importanza l’interazione tra le strutture aziendali nell’ambito dei tirocini: «I ragazzi – ha concluso Gubellini – potranno seguire e affiancare i medici negli ospedali, nelle case della salute e nelle strutture protette, oltre ai fisioterapisti che lavorano con le società sportive come il “Piacenza Calcio” e l’”Assigeco Basket”».

Per l’Università era presente il professor Enrico Sasso, responsabile qualità del Corso. «L’Università di Parma condivide l’orgoglio in quello che si sta creando - ha parlato anche a nome del presidente della Facoltà di studi in Fisioterapia -. La scelta di trasferire le classi a Fiorenzuola è molto più che strategica. Questa scuola ha il privilegio di indurre i laureati a trovare una facile via d’accesso nel mondo del lavoro». Si è detta orgogliosa del percorso che «negli anni si è creato con Parma» la vicesindaco di Piacenza Elena Baio: «Nella nostra Città l’anno scorso abbiamo avuto i primi laureati in Scienze Infermieristiche. Ora il territorio piacentino potrà formare al meglio nuovi fisioterapisti: sono una figura importante come i medici perché se si si rimette in piedi il paziente è grazie a voi» ha detto rivolgendosi agli studenti.

Parole rimarcate da Patrizia Calza presidente della Conferenza territoriale sociosanitaria che ha aggiunto: «La Ctss ha fortemente creduto nella scuola di Fisioterapia di Fiorenzuola e si spera si possa migliorare con il progetto del trasferimento su corso Garibaldi, inserito quest’estate nella programmazione, affinché si possano creare migliori sinergia tra ospedale e reparti». Di centralità dei servizi sanitari ha infine parlato il sindaco Romeo Gandolfi (presenti insieme a lui la vicesindaco Paola Pizzelli e l’assessore Franco Brauner): «Siamo partiti dalla costruzione dell’ospedale tradizionale per arrivare ad avere una struttura interprovinciale dove al centro c’è il polo riabilitativo. Da tutti questi passi cerchiamo di proseguire sulla strada del miglioramento. Parte da qui il progetto di recupero dell’ex Municipio dove troveranno spazio la Casa della salute e la scuola di Fisioterapia. Quest’ultima dovrà abbinarsi a tutto ciò che troveremo all’interno dell’ospedale della Valdarda. L’obiettivo è arrivare ad avere il meglio sul territorio non solo provinciale ma regionale».

Alla visita dei nuovi spazi hanno preso parte anche medici e professionisti che tutt’ora operano a Fiorenzuola; e quelli che tra qualche mese lavoreranno nel nuovo blocco B. Ma c’erano anche gli studenti, i fisioterapisti del domani: a loro è stato dedicato un brindisi a chiosa dell’inaugurazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola di Fisioterapia, dal 5 novembre al via i corsi. «Da qui parte la cittadella sanitaria di Fiorenzuola»

IlPiacenza è in caricamento