rotate-mobile
Basket

Filoni innesca un Assigeco atomica: Luiss al tappeto

Un primo quarto da manuale per l'esterno che dà il là al successo casalingo

Dopo la bella prestazione di Trapani, pur senza i due punti conquistati, l'Assigeco Piacenza ospita al PalaBanca la Luiss Roma. Una gara delicata in chiave salvezza, più che playoff, all'indomani anche della tegola dell'infortunio di Malcolm Miller. Pronti via, coach Salieri modifica il quintetto schierando Gallo, Filoni e Serpilli con Veronesi e Skeens. I rossoblù appaiono subito in palla, in particolare è Filoni quello più ispirato. Roma però non ha intenzione soolo di comparire, e con un paio di transizioni mette il nasoo avanti (7-8). Gallo usa le lunghe braccia per farsi apprezzare in difesa, e su un recupero arriva la schiacciata in contropiede. E se Skeens è sempre un riferimento nel pitturato, Filoni è proprio in trance agonistica: penetra, schiaccia, timbra dall'arco, ed è già a quota 15 punti personali. Così l'Assigeco flirta con la doppia cifra. Nel secondo periodo Piacenza perde la verve iniziale e la Luiss pian piano si rifà sottoo, sino al 34-32 quando mancano pooco più di 3' all'intervallo. Non basta Sabarini, che con un passaggio visto dietro la testa serve Skeens che piroetta e segna sotto canestro. Così come la penetrazione di Filoni che torna a segnare e poco dopo inchioda una spettacolare stoppata. Il tecnico alla panchina di casa pareggia quello a Cucci, e il finale di primo tempo s'incendia. Ancora Filoni si rende protagoonista di un assist per il taglio di D'Almeida che schiaccia a due mani con tanto di urlo liberatorio.

Miller stagione finita, Pagani: «Rimpiazzo? Valutiamo il mercato europeo»

Alla ripresa della sfida, in metà frazione grandina sulla Luiss. Gallo infila cinque punti consecutivi mentre Veronesi s'iscrive a referto con tre triple. E' il parziale per il 57-46 sul quale la panchina ospite non può soprassedere ed interrompe il match col timeout. Roma riesce anche ad accorciare sul -6, ma Skeens (altra doppia doppia con 12 rimbalzi) schiaccia mentre Serpilli segna con un elegante giro e il vantaggio rossoblù torna sulla doppia cifra di vantaggio. Per non sfigurare, decide di iscriversi al festival delle triple anche Querci, che fissa il punteggio sul tabellone luminoso sul 72-59. Sabatini fa ammattire il difensore e subisce l'antisportivo, ed è sempre il play che serve Serpilli per la tripla dall'angolo. Sul canestro D'Almeida subisce fallo a rimbalzo e ne nasce un'azione da cinque punti, visto che lo stesso lungo poi segna sul possesso offensivo. Il divario inizia a toccare quasi le venti lunghezze (84-68). La Luiss si fa prendere dal nervosismo, rimedia altri due falli tecnic, mentre l'Assigeco vede una vasca da bagno dalla distanza.

Grazie al basket Ursulo D'Almeida vuole «costruire il futuro dei bambini»

Assigeco Piacenza-Luiss Roma 95-81

Parziali: 24-15, 43-38, 77-68.

Piacenza: Gallo 17, Joksimovic ne, Manzo ne, D'Almeida 7, Veronesi 9, Querci 8, Skeens 12, Bonacini 7, Serpilli 12, Sabatini 4, Filoni 19. All. Salieri.

Roma: Murri 3, Villa, Fallucca 3, Pasqualin, D'Argenzio 17, Jovovic 12, Sabin 15, Miska 12, Tolino, Cucci 13, Salvioni 6. All. Paccarè.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filoni innesca un Assigeco atomica: Luiss al tappeto

IlPiacenza è in caricamento