rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Basket

Assigeco un po' sprecona, Ferrara la spunta nel finale

I rossoblu sono stati avanti nel punteggio per tre quarti abbondanti, ma segnano solo 9 punti nell'ultimo periodo e subiscono la rimonta

ASSIGECO PIACENZA-FERRARA 70-72

PARZIALI: 22-18; 42-31; 61-53.

PIACENZA: Bellan 11, Kohs 7, Seck n.e., Devoe 18, Galmarini, Gajic 4, Pascolo 3, Guariglia 8, Querci 8, Gherardini n.e., Sabatini 11. All. Salieri.

FERRARA: Mayfield 18, Pacher 16, Vencato 8, Fantoni, Fabi, Petrovic 8, Vildera 5, Zampini 4, Panni 13, Filoni. All. Leka.

ARBITRI: Andrea Masi, Salvatore Nuara e Nicholas Pellicani.

L'Assigeco Piacenza torna in campo al PalaBanca per gara 2 della serie playoff contro Ferrara, e lo fa giocando ancora una volta una buona gara, conducendo nel punteggio per tre quarti abbondanti. Poi gli ospiti hanno il giusto moto d'orgoglio nell'ultimo frazione di gioco e riescono a ribaltare la partita spuntandola nel finale.

Primo tempo

Pronti via, come detto sono i padroni di casa che subito sciorinano la pallacanestro vista in gara 1. Ferrara però questa volta tiene botta, e bene. Non crolla come nel primo atto della serie e così alla prima sirena dell'incontro sono soltano quatto le lunghezze a dividere le due formazioni. E' il secondo quarto quello che sembra indirizzare nuovamente la partita in maniera decisa dalla parte dei rossoblu. Gli uomini di coach Salieri tengono sotto controllo il ritmo della sfida e riescono ad arrivare anche sulla doppia cifra di vantaggio. Eppure, nonostante tutto sembri andare liscio, si inizia ad avvertire che dal punto di vista dello stato fisico i padroni di casa stanno iniziando a pagare dazio.

Secondo tempo

Alla ripresa delle ostilità si capisce subito che Ferrara è entrata in campo con uno spirito diverso. I rossoblu però stringono i denti, Bellan va a segno con una tripla dal peso specifico importante, ma Vencato replica con la stessa moneta sulla sirena della terza frazione per il 61-53. Gli ospiti iniziano l'ultimo quarto in fiducia e si riportano sul -4 (64-60) con la tripla di Mayfield che costringe al timeout Piacenza al 33'. Ancora l'esterno americano timbra dall'arco il -1. Questo lo fa gasare tanto da difendere come un mastino su Sabatini costringendolo alla palla persa. La gara sale di colpi con la stoppata di Devoe su Vildera, ma Panni segna la tripla che vale il sorpasso. L'Assigeco inizia a concedere troppi rimbalzi offensivi, anche se gli avversari non sempre ne approfittano. Per minuti non si segna più, ne da una parte e ne dall'altra, segno che la palla pesa tantissimo. Galmarini e Vildera lasciano il campo per raggiunto limite di falli, mentre Sabatini segna i liberi permettendo a Piacenza di muovere il tabellone dopo tanti minuti che valgono il pareggio a quota 66. Ancora Mayfield però, segna sulla sirena mani in faccia da tre quando si è superato il traguardo degli ultimi 2'. Sabatini è lesto a conquistarsi il fallo sul tiro da tre a poco più di un minuto dalla fine, ma fa 2/3 ed è solo -1. Ferrara non ne approfitta per allungare, sbagliando due tiri consecutivi, ma anche Piacenza spreca con Devoe il possibile sorpasso a 23" dalla fine. Panni dalla lunetta fa 2/2, allora coach Salieri chiama timeout e disegna il canestro veloce di Sabatini con la penetrazione che fa 70-71. Si ritorna in lunetta dall'altra parte, e Mayfield è meno glaciale del solito facendo 1/2 e concedendo l'ultimo possesso della vittoria ai piacentini. Devoe si prende la scena e prova ad arrivare vicino al canestro, ma sbaglia l'angolo di tiro e così Ferrara pareggia la serie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assigeco un po' sprecona, Ferrara la spunta nel finale

IlPiacenza è in caricamento