Mercoledì, 22 Settembre 2021
Fiorenzuola Today Cadeo

Parizzi (Confagri): «Dopo la grandine del mais non è rimasto nulla»

Violenta grandinata in Valdarda, raccolti distrutti. L’agricoltore Ercole Parizzi: «In quarant’anni di lavoro non avevo mai visto nulla di simile»

Una violenta grandinata si è abbattuta questo pomeriggio sui campi di Alseno, Chiaravalle e Fiorenzuola. A Fidenza si è creata una tromba d’aria che si è poi spostata nel Piacentino. I danni sono enormi, per un disastro che si è compiuto nell’arco di mezz’ora. Ercole Parizzi, presidente della sezione di prodotto colture industriali di Confagricoltura Piacenza ha prontamente segnalato chiamando in associazione: «Qui è un disastro, non è rimasto nulla – ha dichiarato scorato l’agricoltore. «Non ho parole - ha proseguito Parizzi – è accaduto nel periodo peggiore perché i raccolti erano praticamente pronti. Degli 80 ettari dell’Agricola Saliceto dedicati al mais non si è salvato niente: erano tutti a mais dolce tranne un piccolo appezzamento. Questo tipo di mais è più delicato e non è stato risparmiato.  Gravi danni anche sui campi di girasoli, per i quali forse qualche speranza di ripresa parziale si auspica ci possa essere. Devo ancora finire il giro dei campi – ha proseguito – non ho contezza precisa del disastro, ma anche la soia è stata notevolmente danneggiata. Sono scesi chicchi di grandine grossi come pesche. Da quando faccio l’agricoltore e sono quarant’anni, una cosa simile non l’avevo mai vista. La grandine ha rotto anche portoni, tetti e strutture». Confagricoltura Piacenza ha immediatamente avviato una mappatura per la stima dei danni che però si potrà avere solo nei prossimi giorni, anche se il quadro si presenta da subito molto serio.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parizzi (Confagri): «Dopo la grandine del mais non è rimasto nulla»

IlPiacenza è in caricamento