menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il monumento

Il monumento

Avis San Giorgio compie mezzo secolo e inaugura un monumento ai donatori

Mercoledì 30 dicembre alle 15 i volontari celebrano il 50esimo anniversario della fondazione della Sezione collocando una scultura davanti alla Sede per ricordare tutti i donatori. Invitati i rappresentanti dell’Amministrazione e della Società Civile

Cinque cubi, sovrapposti l’uno sull’altro, che rappresentano cinque decadi di attività con incisi i nomi dei donatori storici, fra i quali spicca Monsignor Luigi Ferrari, ex parroco del paese e cofondatore della Sezione Avis locale. Sui lati, le targhe e i simboli dell’Associazione: “Avis 1970-2020”.  

A San Giorgio l’anno si chiude con una celebrazione importante. L’Avis locale compie infatti 50 anni e per l’occasione inaugura una scultura in onore di tutti i volontari che hanno contribuito alla nascita e alla crescita dell’Associazione. L’opera è stata ideata dall’imprenditore e artista locale Alessandro Masera e consegnata alla Sezione dell’Avis Comunale. L’appuntamento è per mercoledì 30 dicembre alle ore 15.00 davanti alla Sede Avis locale, in via Campo Sportivo 6, dove è stata posta la scultura. Una cerimonia in forma ridotta e in osservanza delle misure di distanziamento fortemente voluta dal presidente di Sezione Leonardo Civardi e dai 130 iscritti di Avis San Giorgio. 

L’iniziativa si arricchisce di significato poiché, appena tre mesi fa, l’Avis è stata gratificata con il tradizionale premio “al Turass”, simbolo del paese, che il Comune attribuisce ogni anno a persone o associazioni che si sono distinte per il bene della comunità. Quest’anno, oltre al personale sanitario, sono state premiate tutte le organizzazioni che si sono mobilitate durante il periodo della pandemia, Avis inclusa. All’evento sono attesi i rappresentanti delle autorità cittadine e ecclesiastiche, fra i quali il Sindaco Daniela Alberoni, il parroco Don Claudio Carbeni e il Consigliere Regionale Giancarlo Tagliaferri. Non mancheranno anche esponenti della Società Civile: Auser, Anpi, Protezione Civile, Caritas e Pubblica Assistenza sono stati invitati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento