rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Travo

Concorso letterario Giana Anguissola di Travo: pubblicato il bando 2021

Il bando è aperto a tutti gli autori di narrativa per bambini e ragazzi. Le sezioni del concorso sono due: una dedicata a romanzi inediti nella fascia 9 ai 12 anni, e una seconda dedicata a racconti inediti destinati a bambini dai 6 ai 9 anni

È stato pubblicato nei giorni scorsi sul sito www.gianaanguissolatravo.it il bando di partecipazione alla XII° edizione del Concorso letterario nazionale Giana Anguissola di narrativa inedita per ragazzi. Il Concorso è promosso dal Comune di Travo in collaborazione con Travo Libri e la rivista Andersen, il più noto mensile di letteratura e illustrazione per ragazzi, e ha l’intento di valorizzare la figura della scrittrice piacentina Giana Anguissola (1906-1966), che a Travo trascorse le sue estati per anni, vivendo e scrivendo nell’antica torre del castello.

Il bando 2021 è aperto a tutti gli autori di narrativa per bambini e ragazzi. Le sezioni del concorso sono due: una dedicata a romanzi inediti che abbiano come riferimento un pubblico di lettori dai 9 ai 12 anni, e una seconda dedicata a racconti inediti destinati a bambini dai 6 ai 9 anni. Il tema è libero, la partecipazione è gratuita e il termine per presentare gli elaborati è fissato al 22 maggio 2021.

Gli scritti ammessi saranno letti e valutati, in forma anonima, da una giuria presieduta dal pedagogista e scrittore Daniele Novara e composta dalla direttrice di Andersen Barbara Schiaffino, dal gruppo di esperti e scrittori locali Rosella Parma, Valeria Depalmi, Roberta Chiapponi, Giorgio Eremo e Giovanni Battista Menzani e – nuovo ingresso di quest’anno - da Carla Ida Salviati studiosa di letteratura giovanile, saggista e consulente del Centro per il libro e la lettura del Mibact.

A fianco della giuria lavoreranno anche i giurati d’onore Adele Mazzari, fondatrice del concorso, il figlio di Giana Riccardo Kufferle, il direttore di Libertà Pietro Visconti e Gaetano Rizzuto, già direttore di Libertà.

Il primo premio in palio è di 1.500 euro e andrà al vincitore della sezione romanzi, mentre una serie di premi minori saranno assegnati agli altri classificati.

La precedente edizione del Concorso di Travo è stata oggetto di un’azione di rilancio sostenuta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha portato a un importante successo di partecipazione: «Lo scorso anno abbiamo ricevuto elaborati da tutta Italia – sottolinea l’assessora alla Cultura di Travo Roberta Valla –, opere di autori esordienti ma anche emergenti, con diverse pubblicazioni importanti alle spalle, che hanno trovato nel premio un’occasione di visibilità e promozione. A cominciare dalla vincitrice Emanuela Da Ros, che nei prossimi mesi pubblicherà per una nota casa editrice il suo romanzo premiato a Travo». 

«Il concorso e i suoi eventi collaterali sono stati un’occasione di visibilità anche per Travo – sottolinea il sindaco Lodovico Albasi –, in questo periodo così difficile crediamo nell’importanza di investire in cultura, come strumento di promozione turistica ma anche come motore di coesione sociale, circolazione di idee, elaborazione degli aspetti più complessi dell’essere individui e comunità in questo tempo».

La premiazione della XII° edizione del concorso è programmata per il 24 luglio 2021 a Travo, nell’ambito di un programma di Serate letterarie, culturali e musicali - sempre dedicate all’Anguissola - che animeranno il borgo della Val Trebbia per tutto il periodo estivo. 

Giana Anguissola e Travo

Giana Anguissola nasce a Piacenza nel 1906 e la sua carriera gravita su Milano, città in cui si trasferisce dopo il matrimonio con il noto intellettuale Rinaldo Kufferle. A Travo, un bellissimo borgo in Val Trebbia, provincia di Piacenza, l’Anguissola approda nel 1948, forse in seguito a una malattia del figlio Riccardo. La residenza dovrebbe essere temporanea, ma la scrittrice presto si inserisce nella vita del paese, stringe grandi amicizie, ristruttura e abita, nei weekend e durante le estati, la torre rotonda del castello, allora sede delle scuole elementari.

Dall’alto della torre, raccontano le maestre di allora, si sentiva il ticchettio costante della macchina da scrivere della “Siura Giana”, che da lì redige i suoi articoli per il quotidiano di Piacenza Libertà e scrive i suoi lavori letterari. Oggi quella casa è diventata un museo aperto a tutti.

A Giana Anguissola, il Comune di Travo ha intitolato una via del paese e dedicato il concorso letterario di letteratura per ragazzi, che raggiunge nel 2021 la sua XII° edizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso letterario Giana Anguissola di Travo: pubblicato il bando 2021

IlPiacenza è in caricamento