rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Lutto

Addio a Piergiorgio Bellocchio, fondatore dei Quaderni piacentini 

Critico e scrittore, era fratello del regista Marco. Aveva 90 anni

E' morto all'età di 90 anni Piergiorgio Bellocchio, critico letterario e scrittore, fondatore della rivista Quaderni piacentini, fratello del regista Marco. Ne dà notizia l'agenzia Ansa.

Piergiorgio Bellocchio era nato a Piacenza il 15 dicembre del 1931, vincitore del premio Pozzale di Empoli con i racconti I piacevoli servi (Mondadori), oltre a curare per oltre vent'anni, fino alla chiusura, i Quaderni piacentini, rivista simbolo dell'anima eterodossa della sinistra italiana, nel 1969 è stato anche il primo direttore responsabile di Lotta Continua, organo ufficiale dell'omonima formazione extraparlamentare. Dal 1977 al 1980 ha diretto la casa editrice Gulliver di Milano; nel 1985 ha fondato, con Alfonso Berardinelli, la rivista letteraria Diario. 

Tra le raccolte delle sue prose critiche, Dalla parte del torto (Einaudi), Eventualmente (Rizzoli), L'astuzia delle passioni (Rizzoli), Oggetti smarriti (Baldini Castoldi Dalai), Al di sotto della mischia. Satire e saggi (Scheiwiller) e Diario 1985-1993 (con Alfonso Berardinelli, Quodlibet, 2010). 

Nel 2020 Quodlibet ha pubblicato la raccolta Un seme di umanità. L'anno scorso è apparso in Marx può aspettare, lo straordinario affresco della famiglia Bellocchio al completo, tutta insieme sullo schermo, chiamata a raccolta da Marco per fare i conti con una tragedia: il suicidio nel 1968 di Camillo, fratello gemello del regista. Il film è stato presentato agli Special Screenings del Festival di Cannes.
(ANSA)

«Una dolorosa perdita per Piacenza e per l’intera comunità culturale». Così il sindaco Patrizia Barbieri esprime anche a nome dei colleghi di Giunta e dell’intera amministrazione comunale «le più sentite condoglianze alla famiglia Bellocchio per la scomparsa di Piergiorgio, fine intellettuale, protagonista del mondo culturale locale e attento osservatore della società».

«Piergiorgio Bellocchio è stato un intellettuale lucido che ha recitato un ruolo di rilievo nel mondo della cultura - afferma la parlamentare piacentina del Partito Democratico Paola De Micheli - il suo sguardo mai banale sulla realtà ci ha accompagnato con riflessioni preziose in questi anni anche a Piacenza, attraverso il percorso promosso all'interno di Cittàcomune. La sua scomparsa è una perdita grave per tutti noi, sono vicina al fratello Marco e alla famiglia Bellocchio, e a tutta la comunità politica di Cittàcomune».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Piergiorgio Bellocchio, fondatore dei Quaderni piacentini 

IlPiacenza è in caricamento