menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Uniti per Podenzano”: «Le criticità idrauliche a Casaleto proseguono, chiediamo un accordo»

I consiglieri di minoranza: «Ora è necessario un intervento risolutivo insieme al Consorzio di Bonifica»

«I due protocolli approvati dalla Giunta Comunale, che prevedono l’intervento del Consorzio di Bonifica per la risoluzione di criticità idrauliche anche a beneficio di soggetti privati, hanno sollevato dubbi sull’imparzialità dell’agire del Comune, soprattutto con riguardo all’intervento previsto in località Casaleto».

I consiglieri di Minoranza di “Uniti per Podenzano”, nella mattinata di venerdì 19 febbraio, hanno depositato una mozione con cuiUniti per Podenzano Boselli Sparzagni Murelli-2 chiedono al Consiglio di incaricare la Giunta affinché avvii un percorso volto a condividere con il Consorzio di Bonifica un accordo quadro che consenta una gestione uniforme degli interventi di risoluzione delle criticità idrauliche attuali e potenziali, supportando le imprese e i soggetti privati secondo modalità analoghe a quelli già individuate nei protocolli adottati.

«Tale accordo – rileva Riccardo Sparzagni, che è anche esponente locale di Fratelli d’Italia - garantirebbe un uguale trattamento di salvaguardia su tutto il territorio comunale, rispettando anche il principio di libera concorrenza tra imprese». «È fondamentale – precisa Elena Murelli, consigliere e deputata della Lega - avere una stessa procedura per risolvere i problemi idrogeologici non solo nel nostro Comune, dove abbiamo proposto questa mozione, ma in tutto il territorio provinciale per evitare dumping di prezzi nel mercato edilizio e avere procedure chiare e coese». La minoranza aveva già più volte portato all’attenzione dell’Amministrazione la questione Casaleto durante gli scorsi mandati elettorali. Ultimamente la criticità era stata segnalata dai consiglieri comunali della lista Uniti per Podenzano il 19 novembre 2019, quando il primo cittadino Alessandro Piva aveva risposto alla segnalazione affermando: «Lo scolo c’è e da quando c’è Casaleto non si è più allagata». «Purtroppo – aggiunge il gruppo consiliare - tale affermazione fu smentita dai fatti poco dopo quando, il 22 dicembre dello stesso anno, le strade della frazione furono invase da acqua di scolo con conseguenti allagamenti, segnalati anche dagli organi di informazione locale. A tale situazione oggi l’Amministrazione prova a porre rimedio con una procedura, però, che necessita chiarimenti in Consiglio comunale».casaleto-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento