menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montale, sorprende due ladri e viene scaraventata a terra: due arresti delle Fiamme Gialle

A Montale. I due giovani sono stati arrestati dai Baschi Verdi della Guardia di Finanza la notte tra il 25 e il 26 dicembre. Indagini in corso per capire se potrebbero far parte della banda di ladri cha ha imperversato anche a San Lazzaro in quelle ore

Scaraventata a terra da due giovani che aveva sorpreso rovistare in auto la sera del 25 dicembre, poi l'arrivo della guardia di finanza e l'arresto di due giovani di 18 e 19 anni, uno marocchino e uno del Burkina Faso che ora al termine dell'interrogatorio di garanzia davanti al gip Fiammetta Modica si trovano alle Novate con l'accusa di rapina impropria. I due sono difesi rispettivamente dagli avvocati Filippo Maria Caprioli e da Sara Botti. Quest'ultima ha chiesto i domiciliari per il suo assisitito: abita infatti con i genitori in città, il giudice si è riservato di decidere. I due  (ma le indagini delle Fiamme Gialle sono in corso) potrebbero far parte della banda, forse composta da tre o quattro persone che la sera tra il 25 e il 26 dicembre ha imperversato tra San Lazzaro, la Giarona e Montale mettendo a segno diversi furti: ed è qui infatti che sono stati arrestati, nei pressi di un distributore. In quelle ore erano stati razziati garage e auto parcheggiate: la notizia aveva fatto velocemente il giro dei social anche grazie al consigliere regionale del PD Katia Tarasconi che abita a San Lazzaro e che aveva diffuso la notizia attraverso i suoi profili: «Non lasciate niente di valore sulle auto parcheggiate, nemmeno se nei garage o nei cortili. C’è una banda di ladri che sta girando a Piacenza in queste notti e la notte di Natale, purtroppo è toccato a casa mia, ai miei vicini e anche a mio padre». Non solo, l'allarme era stato anche lanciato nei gruppi di vicinato delle varie zone colpite dai raid e il tam-tam era stato immediato. 

«Dalle immagini delle mie telecamere - aveva spiegato Tarasconi - si vede bene come hanno agito. Erano in tre, tutti giovani a quanto pare. Sono entrati nel cortile di casa mia a San Lazzaro alle 3,23 del mattino e per aprire le auto hanno usato una sorta telecomando universale». La sera del 25 dicembre i due stranieri stavano rovistando in un'auto parcheggiata a Montale, la proprietaria si è accorta di quanto stava accadendo ed è uscita in strada con un amico: entrambi hanno cercato di bloccarli e ad avere la peggio è stata la piacentina che è finita a terra dopo averne afferrato uno per la giacca. Da una parte il giovane non avrebbe voluto buttarla a terra - avrebbe detto nell'interrogatorio di garanzia -, dall'altra invece pare che ci sia stata una colluttazione durante la quale la donna era caduta procurandosi alcune lesioni. Ed è dolorante che l'hanno trovata pochi secondi dopo i Baschi Verdi della Guardia di Finanza che hanno immediatamento dato il via alle ricerche con la collaborazione e aiuto dell'amico della donna. I due sono stati bloccati e arrestati a stretto giro. Addosso avevano cellulari, soldi, alcuni gioielli e le chiavi di un'abitazione. Le indagini sono ancora in corso e al vaglio delle Fiamme Gialle ci sarebbero anche i video delle telecamere di sorveglianza della zona e delle abitazioni private. Nella sera del 25 dicembre anche le pattuglie di Metronotte Piacenza avevano intercettato un giovane in bici che alla vista delle guardie giurate si era dato alla fuga scappando tra cortili e cantieri di Montale lanciandosi anche da un muro alto tre metri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento