Rapporto Confindustria: dato storico, a Piacenza è in calo l'occupazione

Presentata oggi la relazione di Confindustria sullo stato delle imprese piacentine. E fra tanti meno del primo semestre 2009, ne spunta fuori uno storico: per la prima volta negli ultimi anni, segno negativo anche per l'occupazione che registra un -1.08%

confindutria-xxUn semestre costellato di segni negativi per le imprese piacentine. È quanto emerge dalla relazione di Confindustria presentata questa mattina. In calo la produzione, che nel suo insieme ha visto diminuire del -14,92% i propri livelli; in calo del 14.65% il fatturato e in netta flessione anche gli ordini. Escluso il settore alimentare che presenta una dato di sostanziale stabilità, negli altri settori, quasi nove imprenditori su dieci hanno visto diminuire i propri ordini del primo semestre 2009 rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente.

Questa prima parte del 2009 rispecchia perfettamente l'andamento della crisi, soprattutto se confrontato con i semestri precedenti.

variazione-fatturato-totaleMa il dato che si mostra in assoluta controtendenza rispetto agli anni passati è quello relativo all'andamento dell'occupazione. Per la prima volta negli ultimi anni, l'impiego ha segno negativo, assestandosi a -1.08%. In questo caso tutti i settori, tranne quello alimentare (+1,45%), fanno registrare un decremento del proprio livello occupazionale. Il più colpito è il comparto industriale, che denuncia, a vario titolo, un calo del -2,29%. A seguire, quello dei materiali edili che si ferma ad un -1,13% e il settore meccanico con una flessione del -0,89%.

variazione-occupazioneSul fronte delle previsioni per il secondo semestre 2009, rimane invariata la stima della produzione, degli ordini e del livello occupazionale per la maggior parte degli imprenditori intervistati. A margine delle cifre, il commento della Confederazione degli industriali: “Le previsioni che ci vengono manifestate ora, seppur ancora significativamente negative, appaiono leggermente meno pessimistiche – e comunque non peggiori - di quelle rilevate nell’indagine precedente e questo ci può far sperare che, come da più fonti viene annunciato, si sia arrivati al punto massimo della crisi”.

La relazione è stata messa a punto dall’Ufficio Studi di Confindustria Piacenza, che prosegue la sua attività di rilevamento dei dati economici riferiti alle proprie aziende associate del settore manifatturiero. I dati sono stati ottenuti attraverso la somministrazione alle imprese di un questionario, composto da una parte consuntiva ed una parte previsionale. Le numerose risposte raccolte hanno permesso di costruire un campione altamente significativo: le imprese coinvolte rappresentano, infatti, circa 3 miliardi e mezzo di euro di fatturato e circa 10.000 addetti.





Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento