Politica

«Piacenza non sarà la pattumiera di Parma. Pronti ad alzare le barricate»

Rifiuti e termovalorizzatore, intervento del segretario provinciale Pisani (Lega): «Gli 'stop and go' del sindaco Dosi ci preoccupano. Non vorremmo che la trattativa con Iren sia la polpetta avvelenata per veicolare la presa in carico dei rifiuti parmigiani»

«Siamo pronti ad alzare le barricate contro lo smaltimento a Piacenza dei rifiuti di Parma. Non vogliamo trovarci un ‘nuovo Sud’ a pesare sulle nostre spalle. Il sindaco Paolo Dosi non azzardi doppi giochi. Promettiamo battaglia, a difesa della salute dei piacentini. Sia chiaro: Piacenza non è la pattumiera di Parma». Così il segretario provinciale della Lega Nord Pietro Pisani dopo che il sindaco Paolo Dosi – dalla festa Pd di Reggio Emilia – ha annunciato un «ragionamento aperto con Iren» sulla portata dell’inceneritore di Borgoforte, salvo poi esprimere contrarietà allo smaltimento dei rifiuti di Parma. «No a giochi di prestigio – dice Pisani –. Gli ‘stop and go’ del sindaco Dosi ci preoccupano parecchio e non vorremmo che la trattativa in corso con Iren sia, di fatto, la ‘polpetta avvelenata’ per veicolare in un prossimo futuro il triste annuncio della presa in carico dei rifiuti parmigiani. Chi ha realizzato sistemi virtuosi sul proprio territorio non può sobbarcarsi gli errori e le inadempienze di altre province. Dopo 151 anni di fardello meridionale non vorremmo trovarci nella condizione di dover 'svezzare' anche Parma. Qualsiasi progetto che punterà ad aumentare la portata del nostro inceneritore con i rifiuti altrui sarà da noi osteggiato. Con la Lega la "monnezza" di altri non passerà».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Piacenza non sarà la pattumiera di Parma. Pronti ad alzare le barricate»

IlPiacenza è in caricamento