Politica Borgonovo Val Tidone

«Per Borgonovo manutenzione e nuove ciclabili, usando al meglio le risorse a disposizione»

Il sindaco uscente Pietro Mazzocchi di nuovo in corsa per le amministrative del comune della Valtidone con la lista “Insieme per Borgonovo”: «Se arriveranno dei fondi dovremo essere in grado di intercettarli»

La possibilità di veder ultimare i progetti già in cantiere e di poter realizzare altre opere utili per il paese, usando al meglio le risorse a disposizione. Con questi obiettivi il sindaco uscente Pietro Mazzocchi - in corsa per le amministrative del 3 e 4 ottobre - punta a riconfermarsi alla guida di Borgonovo Val Tidone con “Insieme per Borgonovo”, lista sostenuta da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Liberali Piacentini e dal gruppo civico Borgonovo Cambia.

Era scontata la sua ricandidatura? «No, ero indeciso, non per problemi legati alla squadra, ma perché l’impegno richiesto è tanto. Ero già stato consigliere con il sindaco Barbieri, quindi sono qui da dieci anni; un’esperienza bella, che dà soddisfazioni, ma porta via delle risorse, anche psicologicamente. Io ho un’azienda agricola, di lavoro ne ho volontà, mi sono detto chi me lo fa fare di andare avanti? Poi però i cittadini mi hanno fatto coraggio, tanti mi hanno chiesto la candidatura, i nostri gruppi non hanno pensato neppure per un secondo a qualcun altro e dopo una riflessione ho deciso di proseguire».

L’esperienza maturata in questi cinque anni cosa le ha insegnato? «Che ci vuole molta pazienza. Devi riuscire ad ascoltare anche quelli ai quali sai che dovrai dire di no, perché ci sono regole, una parte economica con cui fare i conti e tutto un sistema di cose per cui a volte sei obbligato a dirlo. Da parte mia serve molto impegno, se sei presente in comune tanti problemi riesci a risolverli direttamente e a volte poter dare una risposta veloce è importante. Ti rendi davvero conto di dover essere a disposizione degli altri per confrontarti, che è la cosa più importante».

Quali sono state fin qui la maggior soddisfazione e la maggior delusione raccolte? «Quando siamo partiti cinque anni fa, siamo andati in predissesto, una situazione in cui devi spendere poco o niente e portare a casa il più possibile: tasse al massimo e spese al minimo. L’obiettivo era mantenere i servizi che c’erano, come asili, scuolabus, mense. Ci siamo posti l’obiettivo di farlo, ma per 2 o 3 anni abbiamo potuto fare poco per strade e frazioni. Poi è arrivato il Covid-19: penso di essere stato uno dei primi a trovarmi, dalla sera alla mattina, con amministratori e dipendenti tutti a casa. Ci siamo trovati a gestire una serie di problematiche completamente diverse e all’inizio non c’era niente di pronto. Nell’ultimo anno e mezzo però, con l’arrivo delle risorse, siamo riusciti a realizzare asfaltature, la manutenzione della scuola, della Rocca e a chiudere il mandato con dei lavori fatti, mantenendo i servizi in essere. Abbiamo fatto il possibile anche per i lavori alle scuole elementari e medie - 1milione e 600mila euro, totalmente finanziati – che prevedono la demolizione della palestrina e la costruzione di nuove aule e della mensa. Fatta la gara, la ditta vincitrice purtroppo ci ha lasciati fermi un anno; una delusione. Grazie all’impegno di tutti, siamo però riusciti a riassegnare l’opera e a far partire i lavori nelle ultime settimane: un successo e un risultato non scontato, mi ha dato molta soddisfazione».

                               Insieme per Borgonovo-foro di gruppo dei candidati della lista-2                                                                                                I candidati della lista "Insieme per Borgonovo-Pietro Mazzocchi sindaco"

Su quale ambito pensa debba concentrarsi chi vincerà le prossime elezioni? «Se arriveranno dei fondi dovremo essere in grado di intercettarli per realizzare le opere per cui servono investimenti importanti. Due mesi fa abbiamo partecipato a un bando con un progetto per la costruzione del nuovo asilo nido – l’attuale per essere messo a norma dal punto di vista sismico necessita di interventi importanti – e abbiamo ottenuto un finanziamento di 2,5 milioni di euro, una soddisfazione esagerata. Se andremo avanti riproveremo anche ad avere fondi per la scuola materna, che è in ordine, ma ha bisogno di essere riqualificata dal punto di vista energetico. Premetto che la cosa principale a cui tengo è la manutenzione ordinaria, vorrei vedere un paese “messo bene” e anche con qualche pista ciclabile in più: ne abbiamo due che portano a Castelsangiovanni e Castelnuovo e le vorremmo collegare al centro paese. Poi, visto che c’è una ciclabile che collega Piacenza a Gragnanino, sarebbe bello, nel tempo, riuscire a farla arrivare fino in Valtidone. Il sentiero del Tidone sta prendendo importanza, nell’ultimo anno vedo arrivare tante persone che fino a poco tempo fa non c’erano e la gente ha bisogno di questi percorsi e di queste attività».

L’emergenza sanitaria non è ancora finita, cosa può fare in questo senso l’amministrazione? «Sono arrivate risorse da distribuire a famiglie e imprese, ma un’amministrazione deve soprattutto far passare il messaggio che dobbiamo darci una mano a vicenda, rispettando le regole. È molto importante far capire ai cittadini che tutti dobbiamo fare la nostra parte».

Nella lista ci sono sei riconferme e sei novità, in cosa è diversa la proposta? «L’obiettivo è sempre fare qualcosa che possa servire, usando al meglio le risorse a disposizione. Se ci sarà la possibilità di portare a casa dei fondi, il paese potrà anche pensare in grande, se no si dovrà usare un criterio di massima utilità, fare opere che servano e mettano in sicurezza il territorio. È giusto che ci sia un po' di ricambio e il gruppo copre un po' tutti gli ambiti: ci sono persone più mature, come me, chi lavora nel sociale e ragazzi giovani - ancora studenti - che hanno già dimostrato di avere a cuore il proprio paese, e se eletti credo lo faranno ancora di più. La cosa principale è mettere a disposizione il tempo e il lavoro, perché l’importante è fare il possibile per la comunità: sono contento della squadra fatta e speriamo di andare avanti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Per Borgonovo manutenzione e nuove ciclabili, usando al meglio le risorse a disposizione»

IlPiacenza è in caricamento