Treni aggiuntivi a San Nicolò, la Regione chiederà a Trenitalia di mantenerli

L'assessore regionale Raffaele Donini risponde a un question time in aula del leghista Matteo Rancan e conferma la volontà di intervenire su Trenitalia

“C’è l’impegno della Regione a chiedere a Trenitalia la conferma" della fermata dei convogli ferroviari nella stazione di San Nicolò di Rottofreno (tratta Voghera-Piacenza), al momento prorogata fino al 31 dicembre 2017, considerata la potenzialità di questi mesi che ha visto l'utenza passare da 0 a 250 passeggeri”. Lo dice l’assessore ai trasporti Raffaele Donini al consigliere Matteo Rancan (Ln) che, in una interrogazione a risposta immediata in aula, aveva chiesto alla Regione “di garantire il mantenimento, per il maggior tempo possibile, della fermata a San Nicolò di Rottofreno, assicurando almeno tale conservazione fino a conclusione dell’anno scolastico 2018-2019”. “Bene- ha detto nella replica il consigliere Rancan- la volontà della Regione di implementare i servizi, mantenendo la fermata di Rottofreno”. I treni aggiuntivi erano stati concessi per far fronte alla chiusura del ponte sul Trebbia, che ha riaperto lo scorso 9 settembre dopo oltre tre mesi di lavori. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento