Fiorenzuola Today

"Fiorenzuola Patrimonio Srl": "Il 2014 chiude con un utile di 30.395 euro"

Lo ha annunciato il presidente Massimo Melato nel Consiglio Comunale di lunedì 25 maggio

Il Consiglio Comunale di lunedì 25 maggio (foto Trespidi)

Trentamilatrecentonovantacinque euro è l’importo dell’utile netto con cui Fiorenzuola Patrimonio Srl, la Società del Comune di Fiorenzuola, ha chiuso la propria attività nel 2014. Lo ha annunciato il Presidente Massimo Melato nel Consiglio Comunale di lunedì sera. “I dati del bilancio – ha annunciato Melato – mostrano una riduzione dei costi, legati al personale e alla diminuzione di servizi gestiti”.

Ricordiamo infatti che la Società costituitasi nel 2006 aveva inizialmente come incarico la gestione del gas e dell’illuminazione di proprietà. Nel corso degli anni ha avuto l’incarico di gestire il Teatro Municipale, il canile, l’Ex-Macello e il Pala Sport, la Sosta a Pagamento, il Centro Sportivo Comunale, unici servizi rimasti in carico alla Società.

“Il dato positivo dell’utile è il risultato di un piano di razionalizzazione della Società, messo all’opera dall’Amministrazione Comunale. Questo percorso virtuoso ha determinato un equilibrio di bilancio sul piano economico, mentre su quello finanziario le difficoltà non potevano essere risolte se non attraverso l’anticipazione di cassa, pari a 300.000 euro, deliberata dal Consiglio Comunale nello scorso 2014”.

“Un ulteriore evento degno di nota – ha concluso il Presidente di Fiorenzuola Patrimonio – è l’affidamento avvenuto in novembre, della gestione del sistema di sosta a pagamento”.

In Consiglio è stato presentato il piano di uscite e di entrate di cassa, dal 1 gennaio al 31 marzo, con un saldo previsto di + 159.210 euro e un saldo consuntivo pari a 206.661,43 euro. Il totale dei debiti con i fornitori al 1 gennaio risultava pari a 199.051,90€, mentre a fine marzo era di 188.048,29 euro

Presentato anche un primo bilancio per quanto riguarda il servizio dei parcheggi, che prevede un aggio annuale per l’Amministrazione Comunale pari al 68% degli incassi e non inferiore a 100.000 euro, oltre agli incassi delle sanzioni.  In tempi rapidi l’azienda ha organizzato la gestione del servizio, con il noleggio dei parcometri (12 dalla ditta Eltron, usati con garanzia), con l’acquisto dei palmari per la gestione del servizio di sosta e delle sanzioni,  grazie al software condiviso e coordinato con la Polizia Municipale, con l’avvio di una campagna di comunicazione, con l’acquisto di materiali oltre al veicolo elettrico utilizzato dai personale del controllo della sosta, con la formazione per il personale.

“Tale investimento ammonta a 38.000 euro e sarà ammortizzato in 5 anni, non andando cosi ad incidere sul costo annuale (circa 7.600€) oltre a quello del personale (circa 27.000 euro).

Il numero delle sanzioni dal 17 marzo è di 118, per un totale di 4.838 euro (41 euro a sanzione) “un risultato non soddisfacente per questo primo periodo” ha riferito Melato.

Incalzano i consiglieri con gli interventi. Gianfranco Arcari (PD) ha chiesto il motivo per cui non venga prevista una squadra di pronto intervento in caso di necessità. Massimiliano Morganti di Fratelli d’Italia ha richiesto in primis qual’è  il criterio per valutare il numero di sanzioni e a  cosa si riferiscono i mutui indicati nel bilancio. Forte l’intervento di Alberto Bazzani (FI): “E’ una Società da chiudere ora!. Se oggi non ci fossero stati i 300.000€ quest’azienda sarebbe fallita!”.

Per Alessandra Fanti del Partito Democratico, “bisogna riconoscere il ruolo della società e non va modificato. Mi fa piacere – ha aggiunto – che da conto dei risultati ottenuti”.

Il consigliere David Santi (Prc) ha criticato la forma del bilancio, “semplificata, con voci che andrebbero analizzate e non si è parlato del piano di rientro del prestito dell’Amministrazione Comunale”.

“Con quale scopo è stato acquistato il nuovo autoveicolo  dell’azienda?” ha chiesto Annalisa Gugliemetti di Lega Nord.

Risponde Melato: “Per me va benissimo chiuderla oggi, ma ricordatevi che è la vostra Società, della vostra comunità. Ricordatevi che ciò che ha fatto di buono con la gestione della rete del gas”.

Per quanto riguarda le sanzioni, il Presidente ha chiarito che si tratta della propria esperienza: “l’interesse della Società non è fare multe, perché i soldi vanno nelle casse del Comune”.

La restituzione del prestito invece è prevista in 5 anni e quindi fino al 2019: “già nei primi mesi di quest’anno è stata restituita una parte”.

In risposta a Morganti, Melato ha riferito che i mutui con due banche si riferiscono a finanziamenti richiesti per la manutenzione della piscina e del Pala Sport.

“La nuova autovettura - ha spiegato sempre Melato - è stata acquistata per agevolare al meglio il lavoro del dipendente, che deve raccogliere i soldi contenuti nei parcometri. Il costo del veicolo è di circa 5300 euro ed è ad impatto zero”.

Il consigliere Maurizio Fornasari ha infine “individuare nuove scelte che contengano equilibri di bilancio per la Società” che secondo il Vice-Sindaco Giuseppe Brusamonti è una realtà importante che permette di dare risposte concrete all’utenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fiorenzuola Patrimonio Srl": "Il 2014 chiude con un utile di 30.395 euro"

IlPiacenza è in caricamento