Fiorenzuola Today

«Il centro paralimpico intitolato a Verdi, ma anche Gianni Scotti verrà ricordato»

Verranno conservate nel nuovo centro la cappellina di preghiera e la stanza museo di Verdi. La Provincia d’accordo: «Giusta l’intitolazione al compositore, si troverà un modo per ricordare anche la figura di Gianni Scotti»

Il centro paralimpico di Villanova sarà intitolato a Giuseppe Verdi. Si sta facendo chiarezza intorno alla scelta del nome del centro, dopo la disputa delle scorse settimane. Durante il Consiglio provinciale Luca Quintavalla (Pd, sindaco di Castelvetro) ha apprezzato l’impegno del locale comitato “Noi con Giuseppe Verdi” per l’intitolazione dell’ex ospedale al suo ideatore e fondatore, Giuseppe Verdi, affiancandole un omaggio a Gianni Scotti, indimenticato presidente del Comitato Paralimpico. Anche lo stesso presidente Stefano Bonaccini ha condiviso il mantenimento dell’intitolazione a Giuseppe Verdi. Inoltre, l’Ausl ha rincuorato il comitato, che si batteva per avere una cappellina di preghiera e il museo “La stanza di Verdi” anche nella nuova struttura.

«Questo centro – ha aggiunto Patrizia Calza (Pd) - per il luogo in cui si trova e la sua storia, deve essere intitolato a Verdi. Ma era condivisibile anche Gianni Scotti, figura che merita di essere ricordata per l’impegno a favore dello sport paralimpico e della disabilità. In ogni caso all’interno della struttura intitolata a Verdi sarà doveroso ricordare Scotti in qualche modo». D’accordo la presidente Patrizia Barbieri. «Il centro va intitolato a Verdi, ma si terrà in considerazione la figura di Scotti per altre iniziative, come ad esempio l’intitolazione di un reparto. Credo che si possano accogliere le due esigenze».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il centro paralimpico intitolato a Verdi, ma anche Gianni Scotti verrà ricordato»

IlPiacenza è in caricamento