rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Via Roma

"Passione Civile" porta i candidati a confronto: Rossini dice "no", Gandolfi chiede un dibattito neutrale

Traballa la serata di confronto tra i 4 candidati Sindaco di Fiorenzuola promossa dall'associazione di cultura politica "Passione Civile" fissata per il 19 di maggio. Oltre al rifiuto della candidata Sindaco Rossini, di Fiorenzuola 5 Stelle, si aggiungono i dubbi di Romeo Gandolfi, candidato sindaco per la lista SiAmo Fiorenzuola con il sostegno del centrodestra

Gandolfi-3Traballa la serata di confronto tra i 4 candidati Sindaco di Fiorenzuola promossa dall'associazione di cultura politica "Passione Civile" fissata per il 19 di maggio. Oltre al rifiuto della candidata Sindaco Rossini, di Fiorenzuola Cinque Stelle, si aggiungono i dubbi di Romeo Gandolfi, candidato sindaco per la lista SiAmo Fiorenzuola con il sostegno del centrodestra. «Pur apprezzando l'impegno nella vita pubblica cittadina da parte di Passione Civile - spiega Gandolfi - non posso fare a meno di sottolineare come un confronto tra candidati moderato da loro sarebbe viziato in partenza da una certa partigianeria. Sono noti a tutti i contatti dell'associazione Passione Civile degli ultimi mesi, per decidere se schierarsi con una parte o con un’altra in questa campagna elettorale. Nonostante la stima per i suoi rappresentanti, vorrei che il dibattito sui programmi e le proposte di svolgesse su un campo realmente neutrale. Essendo nel mio carattere e nella mia visione dell'amministrazione della città, una naturale predisposizione al dialogo e al confronto con i cittadini, il mio invito agli altri candidati è di incontrarci in un luogo aperto, come può essere l'anfiteatro adiacente al comune, e con un moderatore super partes, ad esempio un giornalista». Non si ferma ai dubbi Gandolfi, ed insiste sulla proposta alternativa: «Credo che la qualità del dibattito ne gioverebbe in termini di franchezza e apertura alla città, senza dare l'idea di un clima da salotto che non  mi pare adeguato ad un momento, la campagna elettorale, che deve essere il più possibile partecipato è aperto alle domande dei cittadini».

Elena Rossini - M5S-2In quanto al “no” del Movimento Cinque Stelle, la candidata Elena Rossini spiega: «Siamo assolutamente disposti al dibattito e al confronto, abbiamo deciso di non partecipare a tale evento semplicemente perché il nostro confronto con i cittadini lo espletiamo ogni volta che organizziamo i banchetti e ogni volta che organizziamo i meetup (incontri aperti i tutti cittadini, per attuare la partecipazione), solitamente ogni mercoledì presso la nostra sede temporanea in Corso Garibaldi, 80. Siamo disposti ad attuarlo qualora  venisse organizzato da associazioni o gruppi di cittadini che non facciano riferimento ad aree politiche». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Passione Civile" porta i candidati a confronto: Rossini dice "no", Gandolfi chiede un dibattito neutrale

IlPiacenza è in caricamento