FiorenzuolaToday

Rendiconto di gestione, «Pareggio di bilancio rispettato». Bocciato dalla minoranza

Il rendiconto di gestione del 2017 presentato dall’assessore al Bilancio Minari in Consiglio comunale. Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola): «Il documento presenta gli stessi limiti e punti di debolezza contenuti in quello previsionale»

Immagini di repertorio

Entrate per 20 milioni e 550mila euro e impegni di spesa per 19 milioni e 910mila euro che nel 2017 hanno generato un avanzo di competenza di circa 643mila euro. Sono i primi dati del rendiconto di gestione del 2017, resi noti dall’assessore al Bilancio Marcello Minari nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale. «Dalla differenza tra incassi e pagamenti si deduce un fondo cassa di due milioni e 152mila euro che, a seguito della possibilità di applicare avanzo reintrodotta a fine 2015, si sta progressivamente riducendo. Abbiamo avuto un risultato totale due milioni e 400mila euro, superiore di circa 336mila euro rispetto al 2016. Questo dato, depurato dai fondi di accantonamento per crediti dubbi e contenziosi e dall'avanzo vincolato porta ad un risultato finale disponibile di 343mila euro. Sono in aumento sia le riscossioni, sia i pagamenti. Il Fondo pluriennale vincolato ammonta a un milione e 800mila euro».

L’assessore ha poi illustrato alcuni dati, importanti anche per il bilancio del 2018. Tra questi ci sono 153mila euro di avanzo vincolato per investimenti costituiti da avanzi non utilizzati degli anni precedenti. «Queste cifre potranno essere applicate nel 2018, se durante l'anno si manterrà correttamente l'andamento di pareggio di bilancio. Tornando al 2017 il pareggio di bilancio quindi è stato ovviamente rispettato e questo significa che non ci saranno sanzioni per il nostro ente. L'eccedenza di patto finale è di 196mila euro superiore circa di 20mila euro al consuntivo del 2016. Non sono stati chiesti alla Regione spazi finanziari e pertanto non verrà limitata la capacità di spesa del 2018».

Investimenti ed entrate

«Nel 2017 abbiamo applicato avanzo per 392mila euro complessivi di cui circa 90mila vincolati al progetto di riqualificazione del Velodromo. I restanti 300mila circa sono stati destinati per vari interventi di manutenzione al patrimonio, acquisto di attrezzature legate alla tutela della sicurezza stradale. Undicimila e quattrocento euro sono stati impegnati come integrazione al finanziamento regionale per l'acquisto di consiglio comunale fiorenzuola-3armadi compatti indispensabili per la catalogazione del Fondo Braibanti , 15mila euro per acquisto di attrezzature ed arredi scolastici, 30mila sulla manutenzione straordinaria del verde pubblico gravemente danneggiato dalle calamità del giugno scorso, 40mila euro sulla manutenzione straordinaria della pubblica illuminazione. Gli introiti dalla legge 10/77, oneri di urbanizzazione, in aumento rispetto al 2016, sono arrivati a 211mila euro e sono stati utilizzati quasi completamente per la manutenzione del patrimonio ed in particolare per la manutenzione dei plessi scolastici uno dei nostri importanti obiettivi di programma. Sono stati introitati nel 2017 anche i restanti 225mila euro relativi all'alienazione di un immobile comunale, destinati a finanziare la ripavimentazione di alcune vie e spazi del centro storico, intervento previsto in realizzazione per quest'anno. A questi si aggiungono i circa 40mila euro destinati all'arredo urbano che integrerà il progetto di riqualificazione».

«Gli indicatori di bilancio sono tutti positivi, quelli di deficitarietà non fanno prevedere una situazione critica per il futuro e anche i nuovi indicatori sperimentali sono tutti nei parametri. Il nuovo collegio dei Revisori ha certificato l'attendibilità delle risultanze della gestione finanziaria, il rispetto degli obiettivi di finanza pubblica, la congruità del fondo crediti di dubbia esigibilità, l'attendibilità dei risultati economici generali e di dettaglio e l'attendibilità dei valori patrimoniali esprimendo parere favorevole all'approvazione del rendiconto dell'esercizio 2017».

Il voto in consiglio

Voto contrario da parte di tutta la minoranza, Sara Lusignani e Paolo Savinelli (Pd), Elena Rossini (Movimento 5 stelle), Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola). «Il consuntivo 2017 presenta gli stessi limiti e punti di debolezza contenuti a suo tempo nel previsionale – ha nando mainardi consiglio comunale fiorenzuola-2detto Mainardi nel suo intervento. Questo è stato il bilancio dell'incremento delle tariffe da parte della ‘Giunta Gandolfi’ sul groppone delle famiglie fiorenzuolane: ricordo in particolare l'incremento della Tasi (rifiuti) e dei servizi a domanda individuale. E come tale scelta fosse politica e non dettata da una situazione deficitaria, è confermato dal fatto, così come viene dettagliato nella relazione dei Revisori dei Conti, che le mense scolastiche sono diventate un servizio in attivo: il 2017 si è chiuso con un incremento di 10mila euro, per quanto i relativi incrementi, essendo partiti nel settembre del 2017, hanno pesato solo per un quadrimestre. Un segno "più" pagato dalle famiglie fiorenzuolane. Noi rivendichiamo al contrario il carattere sociale dei servizi rivolti alla prima e seconda infanzia. Da qui il nostro voto contrario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento