rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Bando post-Covid / Centro Storico / Via Giosuè Carducci

Biblioteche: più posti per gli studenti della Passerini Landi e un nuovo polo per via Dante

Al Comune di Piacenza contributo complessivo di 120mila euro dal bando Post-Covid per la progettazione dei due interventi

Biblioteche, più posti per gli studenti della Passerini Landi e un nuovo polo per via Dante (sopra l'immagine del progetto). Questi gli obiettivi del Comune di Piacenza che hanno ricevuto i contributi del Bando Post-Covid - tema le infrastrutture sociali - destinati allo sviluppo della progettazione dei due interventi. A illustrarli Katia Tarasconi, sindaca di Piacenza, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’esito dell’iniziativa, lanciata nell’aprile 2022 da Fondazione di Piacenza e Vigevano, in collaborazione con il gruppo bancario Crédit Agricole.

Bando finalizzato a sostenere le spese di enti locali e gestori di servizi accreditati per la progettazione di infrastrutture sociali oggetto di possibile finanziamento da parte di fondi europei, nazionali, regionali e del Pnrr.

«Sono due progetti fondamentali, le biblioteche comunali negli anni sono diventare un bel luogo dove i ragazzi si ritrovano» spiega Tarasconi, che sottolinea la necessità di estendere la diponibilità di questi servizi, anche alla luce delle esigenze dei frequentatori - in particolare universitari - che lamentano lo stop domenicale e l’orario di chiusura serale.

Lotto di completamento della biblioteca Passerini Landi - «Intenzione - spiega la scheda del porgetto - è ultimare il recupero del piano terra di Palazzo San Pietro - edificio risalente alla fine del XVI secolo che incorpora la Chiesa omonima - per ampliare i servizi a disposizione anche della Biblioteca Giana Anguissola. Obiettivi sono aumentare i posti riservati allo studio utilizzati dagli studenti; abbattere le barriere architettoniche per l’accesso e fornire un servizio di ascensore; adeguare i percorsi esterni e interni e la segnaletica; creare un luogo dedicato all’aggregazione giovanile e offrire spazi alle associazioni che si occupano di inclusione sociale. I lavori partirebbero a dicembre 2024, per concludersi entro tre anni».

Contributo assegnato per la progettazione: 60 mila euro. Valore del progetto: 6 milioni di euro

Nuovo Polo bibliotecario di via Dante - «L'intervento prevede da realizzarsi la demolizione dell’attuale plesso, ricavato dall’adattamento dell’ex sede del custode della limitrofa scuola e collocata in una piccola struttura, ma con una dotazione stabile di circa 15.000 volumi. La nuova Biblioteca è pensata per offrire numerosi servizi: prestito interbibliotecario; area reference con annesso archivio; sala per convegni; spazi di lettura e attività all’aperto nei loggiati coperti; spazi per attività temporanee nell’adiacente giardino pubblico. Un edificio, più ampio e interconnesso con le aree esterne, in grado di rispondere alle più moderne concezioni di fruizione degli ambienti bibliotecari, con spazi che si possano dedicare ad anziani e disabili. L'avvio dei lavori è previsto a dicembre 2023, da completarsi entro due anni».

Contributo assegnato per la progettazione: 60 mila euro. Valore del progetto: 1,1 milioni di euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteche: più posti per gli studenti della Passerini Landi e un nuovo polo per via Dante

IlPiacenza è in caricamento