Bper Banca, una borsa di studio per una studentessa piacentina

Sono 24 gli studenti dei Licei e Istituti Superiori delle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza vincitori dell’edizione 2020 della Borsa di Studio “Fondazione Centocinquantesimo” di BPER Banca, premiati per i risultati ottenuti nell’anno scolastico 2017-18. Tra i vincitori una studentessa del Liceo Colombini, Maria Sole Piazza

Il direttore regionale Marco Bonezzi

Sono 24 gli studenti dei Licei e Istituti Superiori delle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza vincitori dell’edizione 2020 della Borsa di Studio “Fondazione Centocinquantesimo” di BPER Banca (12 da 700 euro e 12 da 500 euro), premiati per i risultati ottenuti nell’anno scolastico 2017-18. Tra i vincitori c’è una studentessa del Liceo Giulia Maria Colombini di Piacenza: Maria Sole Piazza.

A causa dell’emergenza sanitaria i ragazzi hanno dovuto rinunciare alla tradizionale cerimonia di consegna degli attestati alla presenza di autorità, parenti e giornalisti, ma nei giorni scorsi sono stati comunque tutti contattati dall’Istituto. Il premio è stato istituito nel 1967 in occasione del centenario della Banca popolare dell’Emilia Romagna, fondata nel 1867 con la denominazione di Banca Popolare di Modena, ed è giunto alla 53esima edizione.

Complessivamente quest’anno vengono assegnate 241 borse (76 da 700 euro e 165 da 500 euro), distribuite tra gli studenti delle scuole superiori di tutte le province italiane in cui l’Istituto è rappresentato. L’iniziativa è un’ulteriore testimonianza dell’attenzione che BPER Banca riserva ai territori, con particolare riguardo al mondo della scuola e della cultura giovanile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marco Bonezzi, Responsabile Direzione Regionale Emilia Ovest, ha sottolineato: «Stiamo vivendo momenti particolari che ci hanno obbligato a modificare le nostre abitudini. Uno degli appuntamenti primaverili tradizionali per BPER Banca è da tanti anni la consegna delle borse di studio, che quest’anno non può avvenire con le modalità consuete. Esprimo però i miei complimenti ai ragazzi, sperando di poterli incontrare di persona una volta terminato il periodo di restrizioni. Sono certo che da questi giovani arrivi un segnale forte di reazione a questa non facile situazione; il loro esempio ci deve convincere a guardare il  futuro con maggior fiducia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento