menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli studenti della scuola elementare di Ferriere

Gli studenti della scuola elementare di Ferriere

Ferriere, le ricerche degli studenti sul territorio diventano un “quaderno” da 136 pagine

Il vallo di Colla, un laghetto semisconosciuto, un presunto megalito, quando il duca Carlo III di Borbone dimorò a Ferriere e nel capoluogo operavano cinque banche. Questo e molto altro in un “Quaderno” a stampa della pluriclasse elementare di Ferriere

«Tutto molto bello e interessante e i vari capitoli si leggono che è un piacere. I vari autori sono molto bravi e ne esce un quadro completo e suggestivo della valle. Da questa pregevole iniziativa i ragazzi non solo impareranno tante cose ma si sentiranno più orgogliosi della loro terra». E’ questo il testo di un messaggio indirizzato agli autori del “Quaderno” dal titolo “Luoghi noti e meno noti di Ferriere”, da una persona che per motivi professionali ha sfogliato il formato elettronico della pubblicazione la cui stampa (136 pagine formato cm 27,5 x 20) è prevista nel prossimo dicembre.

La pubblicazione riprende le conversazioni tenute alla pluriclasse della scuola elementare di Ferriere da un pool di cultori di memorie storiche del territorio e di amanti delle sue eccellenze paesaggistiche, nell’ambito del Progetto Erasmus+ 2018/2020, cui ha aderito l’Istituto comprensivo di Valnure. Quando ci siamo chiesti come realizzarlo – ha detto la maestra Elena Fogliazza - non avremmo sicuramente immaginato che a distanza di un anno sarebbe stato pubblicato questo Quaderno.  Abbiamo innanzitutto dato un nome a ciò che ci proponevamo di realizzare. Lo abbiamo denominato “Un ospite per... ” perché il punto cardine del progetto, sin dall'inizio è stata la presenza di ospiti esterni alla scuola che potessero affiancare gli  insegnanti con le loro conoscenze ed esperienze specifiche sul territorio di Ferriere. Ed è stata proprio la sinergia con il territorio, con i racconti e le testimonianze dirette che ha fatto crescere passo dopo passo la curiosità degli alunni come ben rappresentano le domande che seppure in sintesi vengono pubblicate.

L’idea iniziale è stata accolta immediatamente dalla referente scolastica di sede Monica Benzi e dalle docenti Monica Demaldé e Silvana Labati e continuata nel nuovo anno scolastico anche dalle colleghe Chiara Carbone ed Erika Cavaciuti. Le insegnanti per prime si sono messe in gioco scoprendo storia e tradizioni di Ferriere, trovando poi la collaborazione di persone appassionate che hanno portato in classe le loro conoscenze e hanno accompagnato i ragazzi nelle uscite didattiche. Co-autori del Quaderno sono i giovani scolari con le loro domande e i pensieri-commenti e “gli ospiti”: i “ferrieresi doc” Antonio Farinotti, Fosca Lavezzi, Dina Bergamini, Lorenzo Bocciarelli, Mario Opizzi, Giorgio Cavanna, Sergio Ravoni, “i ferrieresi di affezione” Clara Mezzadri, Renato Passerini, Sergio Bersani e quelli “arruolati per l’occasione” Paolo Roberto Federici, Stefania Albertazzi e Luigi Ziotti. Tra gli argomenti approfonditi le risorse idriche, i mulini di Cerri e Pertuso, la genesi dei laghi Moo, Nero e del semisconosciuto Sfondrò, il vallo di Colla, il presunto megalito di Cassimorenga, quando il Sovrano Carlo III di Borbone, duca di Parma e Piacenza soggiornò a Ferriere e nel capoluogo operavano ben cinque banche; le ere della glaciazione in alta val Nure raccontate in un saggio di spessore scientifico e molto altro. Il “Quaderno” è a cura di Renato Passerini con la grafica di Elena Barbieri, le foto di Alessandro e Michele Daturi, Gabriele Labati, Oreste Grana, Sergio Efosi e le tavole a disegno di Renato Vermi.

la copertina del quaderno-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento