Giovani, la Regione premia l’Unione Bassa Val Trebbia-Val Luretta: maxi finanziamento di 100mila euro

Per potenziare i Centri di aggregazione, per progetti di cittadinanza attiva, promozione della legalità e avvicinamento al mondo del lavoro. Coinvolti i comuni di Calendasco, Gossolengo, Gragnano, Rivergaro e Rottofreno

I rappresentanti

Percorsi di aggregazione rivolti alle nuove generazioni, progetti di cittadinanza attiva per promuovere il senso di appartenenza alla comunità, di educazione alla legalità e per favorire l’avvicinamento al mondo del lavoro da parte dei ragazzi. Ad affiancarli, interventi per la riqualificazione di spazi destinati ai “Centri giovani”, al miglioramento degli arredi e al potenziamento delle attrezzature informatiche e tecnologiche per renderli sempre più al passo con i tempi.

E’ il pacchetto di iniziative tutte rivolte alle nuove generazioni messo a punto dall’Unione dei Comuni Bassa Val Trebbia-Val Luretta per il triennio 2019-2021, che si è aggiudicata il maxi-finanziamento di 100 mila euro da parte della Regione Emilia-Romagna sul costo complessivo di circa 175 mila.

Una proposta rivolta a ragazzi dei comuni di Gragnano, Calendasco, Gossolengo, Rivergaro e Rottofreno, che ha incassato il sostegno di una cordata di ben 36 realtà del territorio impegnate in campo educativo e formativo: scuole e Istituti Comprensivi, associazioni di volontariato, enti ed aziende.

I Centri di aggregazione giovanile 

Gli investimenti 

Muovere i primi passi per dare una casa al Centro di aggregazione giovanile all'interno del castello di Calendasco con un nuovo progetto di messa in sicurezza dei locali in passato adibiti ad abitazione privata, grazie ad un finanziamento della Regione di oltre 22 mila euro sul costo totale delle opere pari a 31 mila. È l'investimento più rilevante finanziato da Bologna, che ha anche destinato 3.500 euro al comune di Gragnano e 5.300 a quello di Gossolengo per l'acquisto di arredi, materiali e attrezzature informatiche e tecnologiche destinate ad arricchire la strumentazione disponibile nei Centri di aggregazione dei due paesi.

Le attività

Offrire nuove opportunità di incontro, socializzazione e relazione, con la predisposizione di un calendario di eventi ed iniziative: tornei sportivi, cineforum, escursioni in luoghi dal valore naturalistico, serate musicali, incontri informali, partecipazione ad eventi collettivi. È il ricco programma di attività che saranno proposte dai Centri Giovani dell’Unione dei Comuni.

La cittadinanza attiva con i progetti “Youngercard"

“YoungER card" in arrivo per i ragazzi che vivono sul territorio dell'Unione Bassa V.Trebbia-V. Luretta. È la carta ideata dalla Regione per i giovani dai 14 ai 29 anni che partecipano a progetti di volontariato a favore del territorio, con l'obiettivo di rendere i ragazzi protagonisti della vita delle comunità. In premio assicura sconti in negozi, attività commerciali e culturali, oltre a premi decisi dai singoli Comuni. La YoungER card sarà assegnata a quelli che contribuiranno all’organizzazione di 10 feste paesane ed eventi: Bortellina Piacentina a Casaliggio, Torta Spisigona, Antichi Sapori, Orzorock, Grest e Gli Alberi dei Giovani a Gragnano, Grill Fest e Festa sotto le Stelle a Gragnanino, Fiera del Po e "Cotrebbia Fum Festa" a Calendasco. 

L’educazione alla legalità

Un particolare percorso riguarda la diffusione della cultura della legalità, in collaborazione con Libera-Coordinamento di Piacenza e l'Istituto Comprensivo di San Nicolò. Candidato naturale per ospitare le attività è il capannone confiscato alla Mafia a Ponte Trebbia, in comune di Calendasco, acquisito dall’amministrazione municipale.

La ricerca attiva del lavoro

Favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel territorio, sia attraverso un sito web per mettere in luce le richieste delle aziende locali – da pubblicizzare anche attraverso i social – sia con momenti di informazione e orientamento in tema di formazione scolastica e professionale, ricerca attiva del lavoro e autoimprenditoria, sfruttando a pieno le opportunità del portale regionale "Lavoro per Te". Tutte funzioni supportate dal lavoro di un apposito professionista, lo "Youth Worker", che inizierà ad operare nell'Unione Bassa V.Trebbia-V.Luretta nell’ambito di una sperimentazione contro la precarietà giovanile. Il progetto sarà attuato in collaborazione con l'Unione Montana Val Trebbia e Val Luretta.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento