Attualità

Ponte provvisorio di Lenzino, la neve e il maltempo rallentano il cantiere

Il consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri rilancia le difficoltà segnalate dai cittadini e sottolinea come il cantiere sia fermo da troppo tempo

La Regione faccia risolvere i problemi dovuti al crollo del ponte a Rovaiola, in provincia di Piacenza. A chiederlo, in un'interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che ricorda come «resta “chiuso per neve” il cantiere per la costruzione del ponte provvisorio Bailey a Rovaiola, dopo il crollo del viadotto sulla statale 45. Intanto, però, in un video incontro tra il presidente dell’Unione montana, i sindaci di Cerignale e Corte Brugnatella, Anas e Soprintendenza, i primi cittadini hanno ribadito il fermo “no” alla costruzione del viadotto definitivo sullo stesso tracciato di quello crollato il 3 ottobre». Da qui l'atto ispettivo per sapere dall'amministrazione «se intenda organizzare al più presto un tavolo di confronto con la ministra delle Infrastrutture, l’assessore regionale a Mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo e commercio, Anas, Soprintendenza, i sindaci e tutti gli amministratori locali del territorio per trovare un punto d’incontro che accontenti chi vive sulla propria pelle i disagi causati dal crollo del ponte, altrimenti si può tranquillamente dire a tutti i residenti di andare a vivere in città...».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte provvisorio di Lenzino, la neve e il maltempo rallentano il cantiere

IlPiacenza è in caricamento