rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

«Con la svolta green c'è la necessità di tecnici specializzati nelle nuove normative e nei bonus»

Il corso di formazione dell'Ente Scuola Edile di Piacenza in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna. Previste 800 ore complessive per la durata di un anno: iscrizioni entro sabato 20 novembre

Con il mondo del lavoro in continua evoluzione, la necessità di avere figure professionali costantemente aggiornate è diventato di fondamentale importanza. Nell'ambito della tecnologia e delle costruzioni, il maggiore occhio di riguardo all'ambiente e ai cambiamenti climatici si è tramutato in una svolta green da parte delle aziende ma soprattutto dei governi mondiali, sempre più attenti all'argomento e spesso promotori di iniziative e bonus sostenibili.

Per questo motivo, anche l'Ente Scuola Edile di Piacenza, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, ha deciso di creare un nuovo corso di formazione gratuito in "Tecnico per il rinnovamento ecologico e naturale del costruito in ambiente Bim con soluzioni value chain".

Sono previsti 16 moduli per una durata complessiva di 800 ore, di cui 500 in aula, 280 di stage e 20 di project work. Al termine del corso verrà rilasciato un certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS). Il termine delle iscrizioni è fissato per sabato 20 novembre.

Al corso potranno accedere giovani e adulti, occupati e non occupati, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna in possesso di titolo di istruzione superiore (prioritari "Costruzioni Ambiente e Territorio", geometri o periti edili) o di altri diplomi superiori seguiti da studi universitari in corsi di laurea attinenti - o ammessi al 5 anno dei percorsi liceali - non in possesso di diploma, ma previo accreditamento delle competenze acquisite in precedenti percorsi di istruzione, formazione e lavoro dopo aver assolto l'obbligo di istruzione. Sono richieste conoscenze in tecniche di base delle costruzioni, tecnologia, informatica di base, Autocad 2D livello base, inglese livello A2 acquisite sia all'interno di percorsi scolastici, formativi e universitari, sia in contesti lavorativi pregressi. 

Le selezioni saranno realizzate indipendentemente dal numero di candidati ammissibili in fase di accesso e si svolgeranno attraverso una prova scritta - finalizzata a valutare conoscenze relative a matematica, tecnologie dell'edilizia, inglese e informatica - oltre ad un colloquio orale finalizzato a verificare il livello di coinvolgimento del candidato nella defiizione dell'iter formativo personale e delle motivazioni che lo inducono alla partecipazione del percorso e alla tipologia di professionalità in esito. Il colloquio potrà altresì essere momento di approfondimento degli esiti della prova scritta. Sarà possibile l'ammissione di un numero superiori di partecipanti rispetto ai 20 previsti dal progetto.

«In questo momento, nel settore, c'è una richiesta altissima di figure tecniche che sappiano gestire i cantieri dei vari bonus, le pratiche associate e la sicurezza» spiega l'architetto Cristina Bianchi, direttore della scuola. «Il nostro è un percorso della durata di un anno, estremamente completo e che permette una crescita lavorativa anche a livello internazionale, grazie alla possibilità di avere una trasnazionalità di una settimana ad Oporto con uno dei nostri partner».

Per maggiori informazioni consultare il link al corso

Email: direzione@scuolaedilepiacenza.it

Referenti: Architetto Cristina Bianchi e Paola Garilli 0523606159 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Con la svolta green c'è la necessità di tecnici specializzati nelle nuove normative e nei bonus»

IlPiacenza è in caricamento