rotate-mobile
Domenica, 1 Ottobre 2023
La serata benefica

«Se bevete non guidate»: il messaggio dei genitori di Daniele Zanrei

Raccolti quasi 2mila euro nella serata dedicata alla sensibilizzazione sulla donazione degli organi nel contesto della sicurezza stradale

«Se bevete non guidate». È il messaggio di Antonino Zanrei e Laura Rebecchi, genitori di Daniele, morto nell’incidente stradale avvenuto nella serata dell'1 agosto 2021 alle porte di Carpaneto, lungo la strada provinciale che conduce alla frazione di Zena. Il giovane e la sua fidanzata Sonia Tosi sono entrambi rimasti vittime di un conducente che viaggiava in stato di ebbrezza e a forte velocità.

I genitori di Daniele, assieme ai suoi amici e ai suoi colleghi, si sono ritrovati nel tardo pomeriggio di domenica 25 giugno scorso per festeggiarne il compleanno, che cade il 26 giugno, all’insegna del ricordo e in ottica di sensibilizzazione di guidare in sicurezza. L’evento si è tenuto a Piacenza nella splendida cornice dell’ex basilica di Sant’Agostino. Una serata di spettacolo e riflessione, con il Corpo di Ballo di Torino che si è esibito davanti al pubblico, per sensibilizzare sul tema della donazione degli organi nel contesto della sicurezza stradale.

Nell’occasione hanno preso la parola rappresentanti della Croce Rossa di Piacenza e un dirigente del Corpo di Polizia Locale del comando di via Rogerio per promuovere i corretti comportamenti alla guida nell’ottica della salvaguardia personale e degli altri utenti della strada. Durante la serata i genitori di Daniele hanno messo a disposizione alcuni disegni inediti del figlio prematuramente scomparso: riproduzioni e rivisitazioni di opere artistiche. Sono state cedute a offerta libera consentendo di raccogliere quasi 2mila euro: somma che è stata interamente devoluta nella mattinata di martedì 25 luglio alla Croce Rossa di Piacenza.

«È limitativo definire incidenti episodi che si possono evitare attenendosi a semplici regole prudenziali. Leggi più incisive e un grande sforzo di prevenzione nelle famiglie e tra i giovani possono contribuire a diminuire il numero delle vittime che, ricordiamolo, non sono uccise dai mezzi ma da chi si pone al volante - sottolineano Antonino Zanrei e Laura Rebecchi. In virtù di questo, abbiamo deciso di devolvere alla CRI di Piacenza i fondi raccolti in quanto è una realtà associativa che si spende quotidianamente per divulgare messaggi di prevenzione sulla sicurezza stradale».

Lo scorso anno, sempre in concomitanza con il compleanno di Daniele, si era svolto il primo incontro di sensibilizzazione con una raccolta fondi che furono devoluti alla Casa di Iris. In quella occasione l’evento si era tenuto a Milano, con ospite d’eccezione Lapo Elkann, il quale aveva conosciuto Daniele in ambito lavorativo e tra i quali vi era un rapporto di stima reciproca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Se bevete non guidate»: il messaggio dei genitori di Daniele Zanrei

IlPiacenza è in caricamento