Politica

Ricci Oddi, Cugini (ApP): «La Giunta ha pagato un debito»

Il consigliere della sinistra: «Bocciata la candidata del Pd per Veneziani e Poli». Il sindaco: «Valutiamo tutti, ma non scegliamo con i vecchi meccanismi»

«I debiti si pagano. Il più grande partito del centrosinistra presenta una candidatura importante e questa viene impallinata. O non ci è si è parlati prima, o il sindaco non ha ascoltato il suo partito». Stefano Cugini, capogruppo di “Alternativa per Piacenza”, durante l’ultima seduta di Consiglio comunale, è tornato a parlare di “Ricci Oddi”.

Il Comune di Piacenza nella giornata di sabato ha nominato i suoi due rappresentanti all’interno: Jacopo Veneziani e Valeria Poli. Cugini, senza dirlo espressamente, ha richiamato in aula una delle critiche più martellanti del centrodestra: alcune scelte della Giunta strizzerebbero l’occhio a Corrado Sforza Fogliani. Prova ne sarebbe, secondo la tesi di Cugini, la nomina di Poli, da anni una delle studiose piacentine più apprezzate e coinvolte dalla Banca di Piacenza per le sue iniziative culturali. Non è stata invece presa in considerazione l’indicazione del Pd, che sosteneva l’ingresso nel Cda della galleria di Francesca Leonardi. «Il Pd – ha aggiunto Cugini - ne esce con le ossa rotte. Speriamo che non ci sia una infornata di nomine che rispondano ad altri bisogni».

Il capogruppo dei dem, Andrea Fossati, non la vede così. «Come Pd avevamo questa risorsa, si trattava di una semplice indicazione. Il sindaco a colloquio mi ha spiegato il “perché” della scelta di Veneziani e Poli, chiamando in causa le loro competenze e l’alchimia tra loro. Per Seta, ad esempio, è stata accolta l’indicazione del Pd, con Dario Meli nuovo consigliere d’amministrazione. Noi mettiamo opzioni in campo, poi il sindaco decide. Il bene è l’interesse della squadra, non del partito».  «Quando uno propone una candidatura - è intervenuta anche il sindaco Katia Tarasconi - non è detto che sia l’unica meritevole. Scegliamo i profili, le persone migliori in un dato momento storico. Ma tutte vengono rispettate e valutate. Vogliamo scardinare i vecchi meccanismi: non è che il Pd “ha preso un ceffone” perché il suo candidato non è stato promosso nella Ricci Oddi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricci Oddi, Cugini (ApP): «La Giunta ha pagato un debito»
IlPiacenza è in caricamento