rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Accoglienza profughi: «Multe a chi non comunica la sottoscrizione di contratti»

È l’intenzione dell’Amministrazione comunale che, dopo aver presentato in Consiglio una mozione votata a favore dalla sola maggioranza, si prepara a predisporre un regolamento per monitorare l’accoglienza di profughi sul territorio comunale

Multe dai centocinquanta ai 5mila euro a chi non comunica preventivamente la sottoscrizione di contratti o la messa a disposizione di locali alla Prefettura, per l’ospitalità di richiedenti asilo. È questa l’intenzione dell’Amministrazione comunale di Fiorenzuola che, dopo aver presentato in Consiglio una mozione – sottoscritta dai consiglieri della Lega Nord – votata a favore dalla sola maggioranza, si prepara a predisporre un regolamento al fine di tenere monitorata l’accoglienza di profughi sul territorio comunale.

«I Comuni italiani e in modo significativo quelli emiliani e piacentini – ha spiegato la consigliera Elena Grilli nel presentare la mozione -, stanno ospitando diverse ondate migratorie da parte di persone richiedenti lo status di profugo. Queste persone versano in situazioni di povertà e necessitano di assistenza sociale e sanitaria, riversando problematiche di tipo igienico-sanitario e di sicurezza pubblica in particolar modo sui Comuni ospitanti. Poi c’è la posizione di svantaggio delle Amministrazioni comunali, in quanto solo lo Stato ha delegato le Prefetture alla ricerca di alloggi e alla sottoscrizione dei contratti con i proprietari di immobili, senza alcun coinvolgimento dei sindaci».

I consiglieri che hanno presentato la mozione hanno poi evidenziato le ricadute sulle Amministrazioni che porterebbero «le ondate migratorie». Tra queste «gli oneri per le procedure di tipo anagrafico, la possibile necessità di adottare specifiche iniziative al fine dell’integrazione e della socializzazione, nonché l’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo nel Comune».

Con la mozione passata in Consiglio, ora gli organi comunali dovranno lavorare per predisporre una Normativa con la quale si intende chiedere «ai proprietari di immobili di comunicare preventivamente la sottoscrizione di contratti di locazione e la partecipazione a bandi indetti da enti pubblici, che abbiano tra le possibili finalità l’ospitalità di richiedenti asilo». Inoltre ai proprietari viene richiesto di «comunicare con una relazione quindicinale l’organizzazione interna della struttura, dichiarando il numero di soggetti che vi alloggiano, la loro provenienza e lo stato di salute». Gli inadempienti potrebbero essere “colpiti” da sanzioni, fino a 5mila euro.

BOTTA E RISPOSTA IN CONSIGLIO – clicca su continua

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza profughi: «Multe a chi non comunica la sottoscrizione di contratti»

IlPiacenza è in caricamento