rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Accoglienza profughi: «Multe a chi non comunica la sottoscrizione di contratti»

È l’intenzione dell’Amministrazione comunale che, dopo aver presentato in Consiglio una mozione votata a favore dalla sola maggioranza, si prepara a predisporre un regolamento per monitorare l’accoglienza di profughi sul territorio comunale

Per il consigliere Paolo Savinelli (Pd), «il compito delle Amministrazioni è quello di interfacciarsi il più possibile con la prefettura: non è certo pensando di attivare sanzioni bizzarre che si pensa di dare risposta alle criticità e trovare una soluzione a questo tipo di problema, che avete presentato in uno scritto a respiro provinciale e regionale, solo a fine propagandistico». Poi ha aggiunto: «È una mozione che andrebbe completamente riscritta dal punto di vista tecnico e di approccio culturale: non può essere indicato come onere l’iscrizione anagrafica del richiedente asilo, in quanto si tratta di un diritto delle persone e non lo si può negare. E non può nemmeno essere considerato un problema l’integrazione e la socializzazione dei migranti, di cui invece bisognerebbe andare fieri. Votiamo contro per sottolineare che siamo persone adulte, anche se con idee differenti, ma confondere i cittadini di altre nazionalità presenti sul territorio con i profughi è una cosa che non riesco ad accettare».

Voto contrario anche da parte del consigliere Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola), secondo il quale «la mozione è impraticabile: forse risediamo in Comuni diversi ma a me non sembra che Fiorenzuola sia colpita da quelle che voi avete definito “ondate migratorie”».

Pronte le risposte dalla maggioranza, a partire dal consigliere Massimo Rosi: «Questa non è una situazione di emergenza, ma sta diventando la normalità a cui ormai ci siamo abituati. Non si può coprire questa invasione dicendo che tutti sono richiedenti asilo: il 90 per cento di queste persone vengono da noi solo per migliorare la propria situazione socio-economica. La Normativa che vogliamo predisporre serve per regolamentare e limitare l’arrivo di profughi, altrimenti di questo passo non si sa dove andremo a finire». «Non voglio farmi prendere in giro nel dal Governo, né da questi profughi che non hanno in alcun modo bisogno di aiuto» ha detto il consigliere Umberto Bergamaschi, mentre il sindaco Romeo Gandolfi, comunicando che «sul territorio comunale sono presenti 10 richiedenti asilo» ha spiegato: «In alcuni Comitati sulla sicurezza il problema dell’immigrazione è stato messo in risalto diverse volte. Al Prefetto ho rimarcato il problema degli “invisibili”, ovvero i soggetti che occupano case abusivamente e che noi non sappiamo se autorizzati a stare sul nostro territorio. Abusivi che creano disagio, portano degrado e un minor senso di sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza profughi: «Multe a chi non comunica la sottoscrizione di contratti»

IlPiacenza è in caricamento