rotate-mobile
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Viale Roma

Ospedale, a metà aprile riprenderanno i lavori nel cantiere del blocco B

Si attende il piano di caratterizzazione che includerà le ultime verifiche sui terreni del cantiere. Pizzelli, vicesindaco: «Se i reparti di Villanova non vengono a Fiorenzuola ci sarebbe il rischio che li prenda Fidenza»

La falda contaminata nel cantiere dell’ospedale di Fiorenzuola sarà bonificata e i lavori per la ricostruzione del blocco B dovrebbero riprendere tra la metà e la fine del mese di aprile, per concludersi in venti mesi. La novità è stata annunciata dal sindaco Romeo Gandolfi al consiglio comunale, nella seduta di lunedì 27 febbraio, in risposta ad un’interrogazione presentata dal consigliere Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola). Lo stato della discussione in Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria e la valutazione dell’Amministrazione comunale in merito alle proposte di Ausl per la riorganizzazione ospedaliera, i tempi definiti dall’Azienda per la ricostruzione del padiglione, il percorso con cui sindaco e assessori intendono coinvolgere consiglieri, cittadini e comitato di Distretto sul tema ospedale e politiche sanitarie: queste le questioni poste alla Giunta dal consigliere di minoranza.

«Dopo l’ultimo Ufficio di Presidenza della Ctss (riunitosi il 17 febbraio nda) e la riunione con i sindaci del distretto di Levante nella quale è stato condiviso quanto proposto da Ausl per la riorganizzazione della rete sanitaria piacentina – ha spiegato il sindaco, Romeo Gandolfi -, sarà la volta di riunirsi in Conferenza Socio-Sanitaria: li verrà presentato il piano di caratterizzazione con gli esiti dei carotaggi e le relative valutazione sul terreno del cantiere del bocco B».

cantiere ospedale fiore-2-2-2

Mainardi, non soddisfatto della risposta, si è detto confuso sul piano di caratterizzazione in quanto «dopo un incontro a fine settembre tra Ausl, Arpae e Amministrazione comunale, era stata annunciata l’elaborazione del documento in tempi brevi». «Oggi – ha detto ancora il consigliere – sento dire che si sta concludendo. È arrivato il momento che la Giunta si esprima in modo chiaro, e non vedo il motivo di negare al consiglio comunale un voto sulla proposta dell’Ausl in merito alla riorganizzazione ospedaliera».

Per quanto riguarda il piano di caratterizzazione «mancano le ultime analisi sulle acque, sui terreni e quelle riguardanti l’aria». Campionamenti eseguiti giovedì scorso, con i quali si potrà capire come proseguire con i lavori. «Ci sono sindaci non convinti sui documenti dell’Azienda, io lo sono abbastanza – ha dichiarato Gandolfi -. Meno del trenta per cento dei cittadini prima del depotenziamento si rivolgevano altrove: serve dare un volto nuovo all’ospedale di Fiorenzuola, con una maggiore specializzazione che sia in grado di individuare patologie somministrando dapprima cure e, in caso di necessità, indirizzare i pazienti verso ospedali specializzati con la chirurgia».

“Specializzazione” è la parola d’ordine: «Se i reparti di Villanova non vengono a Fiorenzuola ci sarebbe il rischio che li prenda Fidenza» | CLICCA SU CONTINUA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale, a metà aprile riprenderanno i lavori nel cantiere del blocco B

IlPiacenza è in caricamento